Traffico, caos in Val Seriana E il gruppo Facebook scrive alla Provincia

Traffico, caos in Val Seriana
E il gruppo Facebook scrive alla Provincia

Due cantieri lungo l’ex statale 671 mandano il traffico in tilt. In campo il gruppo Viabilità Val Seriana (4 mila utenti).

Ancora la viabilità della Valle Seriana al centro delle lamentele degli automobilisti. Dopo la querelle legata ai limiti di velocità, adesso sono i lavori sull’ex statale 671 a far infuriare i cittadini seriani. Gli utenti Facebook del gruppo Viabilità Valle Seriana, con oltre 4 mila iscritti e attivo da tre anni, si sono fatti sentire con una lettera arrivata in Provincia.

Il primo problema riguarda il cantiere tra Albino e Gazzaniga, presente dalle 20 alle 6 per lavori di realizzazione e manutenzione della fibra ottica, regolamentato da senso unico alternato con impianto semaforico fino al 15 novembre. «Poco prima delle 19 i mezzi (numerosi) dell’azienda esecutrice erano già fermi a bordo strada, in postazioni di fortuna –afferma Martino Bigoni nella sua lettera di protesta a nome del gruppo Viabilità Valle Seriana –. Risultato: code lunghe fino a Nembro, in concomitanza era presente senso unico alternato, sempre per lavori, sulla strada interna in comune di Cene. Sapendo che quello è uno dei punti più critici della viabilità seriana, ha senso che si operi in questo modo?».

Come se non bastasse, poco dopo le 7,30 è stato chiuso l’imbocco della superstrada a Cene Sud in direzione Clusone, ma senza alcuna segnalazione nell’ultimo punto in cui è possibile scegliere vie alternative: «i più disciplinati si dirigevano sulla stessa provinciale verso Albino rientrando poi nel senso di marcia verso Clusone, nel momento in cui la galleria di Montenegrone era chiusa (per asfaltature, ndr) con conseguente traffico paralizzato, mentre i più furbi azzardavano una pericolosissima inversione di marcia» si lette nella missiva.

«Non è semplice gestire la situazione viabilistica in valle –chiude nella lettera Bigoni –, ma far peggio di così è veramente impossibile. Vi sarei grato se, almeno una volta, mi forniste una risposta che condividerei volentieri con i 4.000 membri “disperati” del gruppo».

Una prima risposta, sempre tramite la rete, è arrivata dal consigliere provinciale Alberto Ongaro, sulla propria pagina Facebook: «Vorrei rassicurare i pendolari della Valle Seriana che già in mattinata ho sentito gli uffici competenti della Provincia per chiedere chiarimenti in merito agli ulteriori disagi causati al traffico. Vi informo che le problematiche sorte dureranno pochi giorni al massimo 1-2 giorni, giusto il tempo necessario per permettere al cantiere di raggiungere e proseguire lungo la vecchia strada provinciale in direzione Comenduno - Albino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA