Martedì 09 Marzo 2010

Apre la Casa di accoglienza per donne
Da aprile disponibili 33  posti letto

È stata ufficialmente inaugurata, alla presenza di molte autorità, tra cui il sindaco Franco Tentorio, la Casa di accoglienza temporanea per donne in difficoltà che entrerà in funzione nel mese di aprile. È una palazzina di tre piani, in via Clementina 34, a Bergamo, con monolocali, bilocali e trilocali per 33 posti letto in totale. A benedirla il parroco di Boccaleone, don Alberto Mascheretti.

Il progetto è finanziato dalla Regione, la palazzina è di proprietà del Comune e a gestirla sarà la Comunità Rua. Potrà essere utilizzata da donne con problemi soltanto di alloggio e da donne che hanno problemi anche di disagio sociale perché l'obiettivo secondario è quello di favorire l'integrazione. Sono inoltre in  corso contatti con l'università perché ci sarebbe la possibilità di dare alloggio pure a studentesse bisognose.

Per fare richiesta di alloggio si possono interpellare gli assistenti sociali dei vari comuni oppure ci si può rivolgere allo sportello sociale della Cisl, che è uno dei partner del progetto, o alla struttura stessa. I contratti sono di sei mesi, comunque rinnovabili. Sei appartamenti saranno totalmente gratis per le persone gravemente disagiate, gli altri avranno un canone d'affitto con tariffe sociali.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata