Martedì 09 Marzo 2010

Venerdì sciopero generale Cgil
Guarda gli orari per ogni settore

Tre obiettivi per uno sciopero generale e nazionale: braccia incrociate, venerdì 12 marzo, in tutt'Italia, per lo sciopero proclamato dalla Cgil per il lavoro, «contro i licenziamenti e per una politica industriale che affronti la crisi; per ridurre il carico fiscale sul lavoro dipendente e sulle pensioni; contro i tagli nella scuola e nelle amministrazioni pubbliche, per il diritto di cittadinanza». L'agitazione è stato proclamata per una durata di 4 ore. A Bergamo e in provincia si svolgerà dalle 9 alle 13 per il primo turno e la giornata. Per il secondo e il terzo turno, l'astensione dal lavoro coinciderà con le ultime quattro ore.

Il programma della giornata
Ore 9.30 – Partenza del corteo da piazzale Marconi (Stazione FF.SS.); ore 11.00 - Intervento di Luigi Bresciani, segretario generale della Cgil di Bergamo e di Oriella Savoldi della segreteria regionale della Cgil, in piazza Vittorio Veneto.

Ciascun sindacato di categoria ha, poi, apportato modifiche alle modalità generali di sciopero. Ecco quelle più rilevanti.
Scuola: proclamata l'intera giornata di sciopero
Pubblico impiego: intera giornata (guarda il link)
Trasporto pubblico e ferrovie: guarda il link
Merci e logistica: intera giornata
Bancari: intera giornata
Telecom: intera giornata
Poste: intera giornata
Edili: intera giornata (mentre lavoratori del cemento, legno, manufatti e lapidei, 4 ore)
Commercio, turismo e servizi: intera giornata (con eccezione dei distributori di farmaci, che sciopereranno 4 ore)

«L'attentato all'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori appena operato con il varo del Collegato Lavoro è una ragione in più per scendere in piazza il 12 marzo - ha detto Luigi Bresciani, segretario generale provinciale della Cgil di Bergamo- Anche perché i colpi che il Governo sta infliggendo ai diritti del lavoro è sempre stato un tema centrale dello sciopero generale proclamato dalla Cgil per venerdì prossimo. Ancora una volta, da sola, la Cgil ha proclamato lo sciopero. Avremmo preferito farlo unitario. C'erano tutte le ragioni perché fosse unitario. Avremmo voluto Cisl e Uil con noi, ma non è stato possibile. Una domanda mi viene spontanea: già con Prodi, solo due anni fa, Bonanni affermava che occorreva andare allo sciopero generale per il fisco e noi eravamo d'accordo. Come mai questo non vale per Berlusconi?». Guarda nel link le richieste della Cgil nazionale

Una serie di bus sono stati organizzati per permettere a lavoratori e pensionati di tutta la provincia di raggiungere facilmente la città di Bergamo dove si terrà la manifestazione (guarda il link). Per informazioni sul servizio bus: segreteria Cgil Bergamo tel. 035.3594.240.

k.manenti

© riproduzione riservata