Domenica 28 Marzo 2010

Cade con il deltaplano: 46enne
gravissimo all'ospedale di Brescia

Un deltaplanista veneto è ricoverato in gravissime condizioni agli Spedali Civili di Brescia: rischia di perdere la vita dopo essersi schiantato a terra nel pomeriggio di domenica durante l'atterraggio a Pisogne. La caduta pochi minuti prima delle 17: l'uomo, un consulente aziendale di 46 anni residente a Padova, era decollato nel pomeriggio da Passabocche, una località montana sopra Pisogne.

Da qui decollano anche numerosi bergamaschi appassionati di parapendio e di deltaplano perché la zona offre visioni mozzafiato sul lago di Iseo e sulle montagne circostanti e perché in quest'area soffia costantemente il vento, fondamentale per alzarsi in volo.

In base alle ricostruzioni, il deltaplanista veneto si era lanciato da Passabocche attorno alle 16 e intendeva atterrare in un campo di mais alla periferia di Pisogne. Testimoni oculari però hanno raccontato di averlo visto girare su se stesso quando si trovava ormai vicino al suolo, non più in grado di controllare il suo deltaplano.

Qualcosa quindi deve essere andato storto nella fase di atterraggio: l'uomo ha iniziato ad ondeggiare, forse per un improvviso vuoto d'aria o forse per una manovra errata, ed ha proseguito così il suo volo per altri 500 metri fino allo schianto.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 29 marzo

r.clemente

© riproduzione riservata