Martedì 20 Aprile 2010

Nube, riaprono gli aeroporti
Orio, atterrato un volo da Roma

Dalle 8 di questa mattina gli scali aeroportuali, chiusi per la nube di ceneri del vulcano islandese, sono stati riaperti e i primi aerei sono decollati e atterrati. La situazione a Orio al Serio si sta lentamente riprendendo. Con l'atterraggio dell'Embraer E170 LR Alitalia, volo AZ 2310, in arrivo da Roma Fiumicino, atterrato alle 10.30 e il successivo decollo dello stesso aeromobile alle 11.22 diretto nello scalo di Fiumicino, volo AZ 2315, sono di fatto ripresi sull'aeroporto di Bergamo Orio al Serio i movimenti aerei passeggeri. C'è attesa anche per altri voli. In mattinata sono stati aperti i banchi (check in) per Sharm El Sheik e Lamezia, mentre nel tabellone degli arrivi compare il volo da Roma della Livingston che dovrebbe atterrare a Orio alle 13.

Alcuni voli nazionali sono ripartiti dagli aeroporti milanesi di Malpensa e di Linate, appunto dopo la riapertura dello spazio aereo del nord Italia. A Malpensa il primo a staccarsi dalla pista è stato un aereo AirOne diretto a Palermo, mentre a Linate è stato un Alitalia per Bari, alle 8.15. Decolli e atterraggi, come previsto, stanno riprendendo gradualmente.

La decisione di riaprire gradualmente lo spazio aereo è stata presa dall'Enac, autorità dell'aviazione civile, che ha precisato che stanno riprendendo innanzitutto i voli nazionali sulla direttrice da Nord a Sud e viceversa.Per quanto riguarda il resto dell'Europa, le indicazioni sono arrivate dal commissario Ue ai Trasporti Siim Kallas a conclusione della riunione dei ministri europei.

Lo spazio aereo europeo è pra diviso in tre zone. La prima considerata off limits, nel senso che per ora non potrà essere utilizzata per il traffico. Nella seconda zona il rischio andrà monitorato e saranno le autorità nazionali a prendere la decisione se si potrà volare o meno. La terza zona invece il traffico sarà libero, non coinvolto in alcuna restrizione. Alla mappatura delle tre zone sta lavorando Eurocontrol.

Ryanair
Ryanair ha cancellato tutti i voli programmati da e per il Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Belgio, Olanda, Francia, Germania, Polonia e gli stati baltici, fino alle 13 di giovedì 21 aprile. Ryanair aveva dato il via libera ai voli in partenza da Spagna, Isole Canarie e Isole Baleari, Sud Italia (compresi Pisa, Roma, Sardegna e Sicilia), Malta e Nord Africa solo su rotte domestiche e verso il sud. Ma lunedì mattina anche i viaggiatori in partenza e in arrivo da queste destinazioni si sono ritrovati i voli cancellati.

Info Alitalia
Ai passeggeri con biglietto da o per altre destinazioni dell'Europa centrale o del Nord, Alitalia suggerisce di controllare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, collegandosi al sito Internet www.alitalia.it o chiamando il numero verde 800.650055.

I vostri commenti
Sono molti coloro che, fuori dall'Italia, stanno cercando di rientrare. Se sei all'estero raccontaci la tua storia scrivendo qui un commento.

r.clemente

© riproduzione riservata