Giovedì 06 Maggio 2010

Impazza la vendita del tricolore
Le più care nei negozi cinesi

La città è addobbata per dare il benvenuto agli alpini. Con bandiere e striscioni, Bergamo è tappezzata e ovunque si vedono tricolori. Per gli ultimi ritardatari, di bandiere ce ne sono ancora in vendita ma non tantissime. In via Gasparini, il Comitato organizzativo dell'Ana di Bergamo ne ha già vendute a 2 euro ben 140 mila e ne sono disponibili ancora 2.700.

Gli affari sono andati bene anche in quei supermercati che le hanno vendute nei giorni scorsi. In molti centri commerciali ora sono già andate esaurite, ma, per esempio, da mercoledì 5 maggio tutti i punti vendita Esselunga di Bergamo ne metteranno a disposizione così come l'Iper di Seriate ne ha ancora un migliaio sugli scaffali.

Ovviamente non mancano neppure le bandiere made in Cina. I punti vendita stranieri dislocati un po' in tutta la città stanno guadagnando grazie a questa adunata e, data l'alta richiesta, approfittano per alzare il prezzo. Nei punti vendita della zona di via Suardi e via Corridoni, dove ci sono numerosi negozi gestiti da commercianti cinesi, il prezzo per una bandiera tricolore si aggira tra i 4 e i 6 euro. E qui la scorta non è andata esaurita: «Abbiamo tirato fuori quelle che avevamo ordinato per i Mondiali» spiegano i negozianti. Come dire: una bandiera per ben due occasioni. Forse da qui si spiega il prezzo più alto...

fa.tinaglia

© riproduzione riservata