Giovedì 06 Maggio 2010

Restaurato il monumento
Il grazie degli alpini al sindaco

Folla all'inaugurazione, in piazzale degli Alpini, del monumento dedicato alle penne nere e restaurato per l'Adunata. Presenti il sindaco, Franco Tentorio, Giuseppe Gambirasio, che realizzò l'opera d'arte nel 1962, il ministro Mirko Tremaglia, Antonio Sarti, presidente della sezione Ana di Bergamo che è sfilata con il suo vessillo, e - in rappresentanza della Provincia - l'assessore Fausto Carrara.

Tanta gente e tanti alpini per rendere omaggio a un monumento che fa parte della nostra città e che è tornato a risplendere. Le parole del sindaco Tentorio: «Per l'arrivo degli alpini Bergamo si sta facendo più bella. E dopo la Torre dei Caduti e la "zuccheriera" (la fontana di Porta Nuova, ndr), ecco il Monumento agli alpini. Io l'ho visto crescere, nel 1962 ero uno studente, e sono molto felice che ora sia stato ripulito».

Il sindaco ha abbracciato Gambirasio che ha ricordato: «Avevo appena concluso gli studi, ci fu un concorso nazionale per individuare gli artisti che avrebbero realizzato l'opera. Vinse il mio gruppo. Ricordo che ci pensammo molto, volevamo un monumento che uscisse dagli schemi retorici, che guardasse al futuro e desse un segnale per la ripresa generale del Paese, sia economica, sia delle arti».

Infine, Sarti ha ringraziato pubblicamente il sindaco: «Ti ringrazio a nome della cittadinanza e degli alpini per questo regalo. Per noi era un po' un cruccio passare di qui e vedere un'area così degradata. Ora siamo felici».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata