Lunedì 28 Giugno 2010

Tele-multe in azione a Milano
«Estendiamole anche a Bergamo»

Una foto alla targa e una foto all'abitacolo che accerti l'assenza di conducente o passeggeri. E dopo i clic, la multa arriva per posta a casa. Si chiama Street Control e sarà una stangata per gli automobilisti con il vizio della doppia fila. La sperimentazione è iniziata oggi a Milano, ma potrebbe arrivare anche a Bergamo.

Venti pattuglie di vigili urbani, con a bordo telecamera e pc portatile, gireranno per la città a caccia di macchine in doppia fila. Il meccanismo è semplice: la telecamera scatterà in automatico due foto, la prima alla targa della vettura in divieto e l'altra all'interno dell'abitacolo per registrare che effettivamente a bordo non ci sia nessuno.

La sperimentazione piace all'assessore alla Sicurezza e Protezione civile della Lombardia, Romano La Russa, tanto che auspica che il capoluogo lombardo faccia da modello per le città dell'hinterland milanese, Bergamo compresa.

"Bene l'iniziativa voluta dal vice sindaco De Corato - ha detto - ma non fermiamoci qui: il progetto di multare le auto in sosta in doppia fila va esteso anche alle altre grandi città della Lombardia. Questa èinfatti una delle infrazioni più antipatiche e che maggiormente creano disagi sia agli automobilisti sia ai pedoni".

"Il problema del traffico - ha aggiunto La Russa - è ormai una questione urgente e da risolvere con soluzioni efficaci e condivise. Non solo a Milano, ma in numerose città dell'hinterland, congestionate dal passaggio di automobili che quotidianamente, sia in entrata che in uscita, fanno tappa nella metropoli". Senza dimenticare le "principali realtà della regione, da Brescia a Bergamo, da Como a Varese, da Monza a Pavia, dove le file e lo smog spesso rendono la vita difficile ai cittadini".

e.roncalli

© riproduzione riservata