Mercoledì 29 Dicembre 2010

Trasporti 2011, la Regione approva
Rincari e agevolazioni per le famiglie

Nuovi titoli di viaggio integrati di tutti i trasporti pubblici regionali, importanti agevolazioni per le famiglie, adeguamenti tariffari legati al miglioramento della qualità ed efficientamento e razionalizzazione del servizio. Sono queste le novità per il trasporto pubblico locale che entreranno in vigore nel 2011 approvate oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo.

Dal 1° febbraio tariffe del trasporto pubblico locale aumentate del 10%, a condizione che vengano introdotti i nuovi biglietti agevolati e integrati («Io viaggio» in famiglia, ovunque in Lombardia e TrenoCittà). Dal 1° maggio possibile un ulteriore aumento fino al 10% ma condizionato al rispetto di precisi indicatori di qualità.

«Se si considera la situazione iniziale, che avrebbe rischiato di infliggere un colpo durissimo e insostenibile al Trasporto pubblico locale - spiega Cattaneo - siamo riusciti a ottenere un importante risultato: nessuno spenderà per il Trasporto pubblico locale in Lombardia più di 85 euro al mese. Non ci sarà nessuna riduzione dei servizi, la manovra tariffaria sarà ragionevole e al di sotto di quella inizialmente ipotizzata e, soprattutto, a fronte di molte novità vantaggiose e positive».

«Il lavoro svolto in questi mesi con il Governo, cui rivolgo il mio apprezzamento per aver ascoltato la voce delle Regioni - prosegue Cattaneo -, ha prodotto gli esiti sperati con una riduzione dei tagli al Tpl al di sotto del 10% dall'oltre 30% iniziale. È vero che ci sarà una manovra, l'unica per tutto il 2011, che ci costringe ad un adeguamento delle tariffe, ma contemporaneamente abbiamo introdotto il biglietto e l'abbonamento unico per viaggiare sul Tpl di tutta la Lombardia a un prezzo molto conveniente, importanti vantaggi per le famiglie e ulteriori standard di qualità che gli stessi pendolari da tempo ci chiedevano».

«I provvedimenti approvati oggi - continua l'assessore - testimoniano la capacità della Regione Lombardia di aver saputo trasformare una situazione fortemente critica in una opportunità, nella ferma intenzione di continuare ad investire per il miglioramento del Trasporto pubblico locale e continuare a lavorare dalla parte dei pendolari».

Vengono istituiti nuovi titoli di viaggio integrati e agevolati rivolti a diverse tipologie di utenti: «Io Viaggio» in famiglia; «Io Viaggio» ovunque in Lombardia; «Io Viaggio» TrenoCittà.

IO VIAGGIO IN FAMIGLIA
Biglietto occasionale - È un incentivo all'utilizzo del trasporto pubblico per gli spostamenti occasionali dei nuclei familiari. Un adulto in possesso di un titolo di viaggio valido (biglietto o abbonamento) trasporta gratuitamente uno o più ragazzi fino a 14 anni legati da un vincolo di parentela. I rapporti di parentela validi sono genitori-figli, nonni-figli, zii-nipoti, fratelli. Il rapporto di parentela è autocertificabile mediante un modulo.

Su richiesta dell'utente, a seguito della presentazione di copia del modulo di autocertificazione, l'azienda fornirà una tessera gratuita con il layout 'Io Viaggio' in famiglia, definito da Regione Lombardia. La tessera dà diritto a usufruire dell'offerta «Io Viaggio» in famiglia presso tutte le aziende di trasporto operanti in Lombardia.

Abbonamento - È un'agevolazione per le famiglie in cui uno o più utenti sono abbonati ai servizi di Tpl in Lombardia indipendentemente dall'azienda/sistema tariffario utilizzato. Gli abbonamenti mensili e annuali dei figli minori di 18 anni sono soggetti ai seguenti sconti rispetto alla tariffa ordinaria: 2° figlio sconto del 20%, dal 3° figlio dello stesso nucleo familiare gratuità. I figli devono appartenere allo stesso nucleo familiare.

Il rapporto di parentela è autocertificabile mediante un modulo scaricabile dal sito internet degli Enti Locali e delle aziende e disponibile in un numero congruo di punti vendita aziendali. L'incentivo è valido per i tutti gli abbonamenti mensili e annuali venduti dall'azienda. Lo sconto del 3° figlio è valido solo per titoli di viaggio della stessa tipologia dei primi due figli (annuale o mensile). L'azienda deve, inoltre, prevedere almeno un punto presso cui restituire compilato il modulo per la richiesta della tessera «Io Viaggio» in famiglia.

IO VIAGGIO IN LOMBARDIA
È un nuovo biglietto con validità giornaliera, bi giornaliera, trigiornaliera e settimanale. Si tratta di un titolo di viaggio integrato per tutti i mezzi di trasporto pubblico regionale con le sole eccezioni già previste per la Crt annuale (navigazione sui laghi di Como, Garda e Maggiore, Malpensa Express, treni classificati Eurostar, Eurostar Alta Velocità, Eurostar City, TBiz, EuroCity, EuroCitynotte; sui servizi automobilistici di competenza di province appartenenti a regioni limitrofe anche nelle tratte percorse nel territorio lombardo).
COSTI - giornaliero, 15 euro - bi giornaliero, 25 euro - tri giornaliero, 30 euro - settimanale, 40 euro

MENSILE Titolo di viaggio integrato di sola 2° classe con validità dal primo all'ultimo giorno del mese di riferimento a un costo di 99 euro. In fase di prima applicazione sarà reso disponibile a un prezzo promozionale di 85 euro particolarmente conveniente (a titolo d'esempio, un analogo abbonamento nella Regione Campania può costare fino a 144 euro).

È valido su tutti i mezzi di trasporto pubblico regionale con le sole eccezioni già previste per la Crt annuale. Può essere utilizzato in abbinamento con CartaPlus Lombardia mensile per accedere ai treni IC-EC e similari, al Malpensa Express e alla prima classe dei treni regionali.

IO VIAGGIO TRENOCITTÀ
Si tratta di un abbonamento mensile a vista integrato di 1° e 2° classe a Tariffa unica regionale (Tur) con validità dal primo all'ultimo giorno del mese di riferimento che consente l'utilizzo dei servizi ferroviari regionali a partire da qualsiasi stazione ferroviaria soggetta a Tariffa (Tur), e l'uso dei servizi a tariffa comunale nei comuni capoluogo con qualsiasi modalità eserciti (tram, metro, autobus e filobus).

La tariffa dell'abbonamento mensile «TrenoCittà» è ottenuta sommando due componenti. La prima è la tariffa Tur mensile dei servizi ferroviari di I e II classe. La seconda componente è relativa all'abbonamento mensile a vista urbano, con sconto del 30%. La tariffa mensile è arrotondata ai 50 centesimi più prossimi.

SECONDA LEVA: EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE
Alle aziende viene chiesto un efficientamento dei costi aziendali nella misura massima del 3% del totale dei costi di produzione, anche tramite una razionalizzazione dei servizi condivise con l'Ente locale firmatario del contratto di servizio, con l'obiettivo di salvaguardare i livelli occupazionali e i collegamenti strategici per il sistema della mobilità regionale connessi col sistema ferroviario.

La razionalizzazione dovrà tener conto delle seguenti indicazioni: eliminazione delle tratte sovrapposte tra servizi interurbani e ferroviari e tra servizi di area urbana e interurbani; riorganizzazione dei servizi particolarmente sotto-utilizzati; ottimizzazione dei percorsi in riferimento al soddisfacimento della domanda effettiva e all'aumento della velocità commerciale.

TERZA LEVA: ADEGUAMENTI TARIFFARI
Le tariffe dei servizi di Tpl saranno aumentate fino al 20% in due momenti: il 1° febbraio e il 1° maggio. Dal 1° febbraio 2011 sarà applicato un aumento del 10%, a condizione che vengano adottati da parte degli enti locali i nuovi titoli di viaggio. I nuovi titoli di viaggio agevolati e integrati devono essere emessi dal 1° febbraio a eccezione dei titoli «Io Viaggio» TrenoCittà e «Io Viaggio» ovunque in Lombardia plurigiornalieri e settimanali che devono essere comunque emessi entro 30 giorni dalla data di adozione degli atti deliberativi locali; l'accordo commerciale relativo ai titoli «Io Viaggio» TrenoCittà sottoscritti devono essere inviati a Regione Lombardia e all'Ente titolare del contratto entro il 31 gennaio 2011. Se i termini non saranno rispettati l'Ente locale non potrà dar corso all'ulteriore aumento del 10% e la Regione provvederà all'esclusione dell'Ente dai successivi piani di riparto di eventuali risorse aggiuntive destinate al Tpl.

Dal 1° maggio 2011 sarà applicato un ulteriore aumento tariffario fino al 10% che sarà riconosciuto nel caso in cui le aziende raggiungano obiettivi di qualità dei servizi calcolati su indicatori definiti e misurabili, che saranno individuati dalla Regione con un successivo provvedimento che definirà anche le misure da adottare in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi di qualità. Intanto, nel mese di gennaio, scatterà lo sconto del 10%. Nel 2011, infine, non sarà applicato l'incremento annuale previsto dal regolamento vigente, pertanto non ci saranno altre manovre sulle tariffe.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata