Lunedì 03 Gennaio 2011

Dall'Olanda a Bergamo per fine anno
Ma viaggiando solo in autostop

Dall'Olanda con il pollice in direzione di Bergamo. E così, esibendo il tradizionale gesto, quattordici persone, suddivise in sette coppie di età compresa dai 24 ai 30 anni, hanno percorso ricorrendo all'autostop i circa 1.200 chilometri che separano Wommels, paese dei Paesi Bassi abitato da poco più di duemila persone, dalla nostra città.

Le sette coppie (un misto variegato di studenti ed impiegati vari) hanno fatto scattare i pollici alle otto di mattina del 29 dicembre, con destinazione l'Ostello della Gioventù al Monterosso. Il tutto per ripetere quella che è diventata una simpatica tradizione giunta al suo decimo appuntamento. L'idea è venuta nel 2001 ad un gruppo di amici della località olandese e prevede di raggiungere un ostello dislocato in vari Paesi europei ricorrendo all'autostop. Poche e semplici le regole: viaggiare soltanto in due, non prendere contatti preventivamente (ad esempio, con parenti e/o conoscenti dislocati lungo il percorso) e non accettare passaggi da chi guida una vettura di una nota casa automobilistica italiana (ritenuta troppo brutta...).

I vincitori della tappa orobica si chiamano Sytse Hibma e Jimmy Linders. Aiutati anche da una buona dose di fortuna che non guasta mai, sono riusciti ad arrivare alle pendici della Maresana poco prima della mezzanotte del giorno stesso della partenza. In totale quindi sedici ore di viaggio, ricorrendo a otto mezzi diversi. Niente male, dato che il sito di ViaMichelin per il tragitto in questione indica, percorrendo la via da loro consigliata, circa dodici ore di viaggio ed un costo di circa 160 euro.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 3 gennaio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata