Venerdì 28 Gennaio 2011

Riuniti, arrivano Chiappa e Assembergs
Nicora: «Squadra forte e unita»

«Una squadra giovane, con molta voglia di fare e una passione comune: insieme lavoreremo al meglio, al servizio dei nostri medici e dei nostri infermieri. E intendiamo dare alla comunità bergamasca un ospedale nuovo, il futuro Papa Giovanni XXIII, potenziato nell'eccellenza e nella capacità di accoglienza che già lo contraddistingue». Così ha commentato il direttore generale dell'Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti di Bergamo Carlo Nicora le nomine da lui deliberate per completare la squadra dirigenziale: direttore sanitario è dall'1 febbraio Laura Chiappa, bergamasca d'origine, 50 anni, ora ds all'ospedale Sant'Anna di Como (1.000 posti letto) e dal 2000 al 2007 alla direzione medica di presidio dell'ospedale di Lecco (700 posti letto). Direttore amministrativo è Peter Assembergs, di Bergamo, 49 anni, laurea in Economia e commercio, con vasta esperienza manageriale in aziende private, dal controllo di gestione al marketing e all'analisi di strategie, un passato di 10 anni in una multinazionale francese.

«Ho scelto due profili che tecnicamente ritengo siano calzati ad hoc per l'importante lavoro che siamo chiamati ad assolvere nei prossimi 5 anni, nel nuovo ospedale di Bergamo – ha dichiarato Nicora –. Due persone di estrema competenza. Conto su un lavoro di squadra, con unità di intenti».

«Sono piena di entusiasmo e gratitudine – commenta Chiappa –. L'ospedale di Bergamo è una realtà nazionale, e sarò circondata da colleghi di vaglia. Ci impegneremo per dare il meglio alla comunità. È inoltre un ritorno a casa, affettivo: sono originaria di Cisano, mia madre abita lì, così altri parenti. E ho avuto una zia caposala proprio ai Riuniti, in Dermatologia». Si dice pronto alla grande sfida Peter Assembergs: «Orgoglioso di poter appartenere a una storica e prestigiosa realtà come i Riuniti, un punto di assoluto riferimento e di eccellenza. Tutta la squadra è determinata alla realizzazione degli obiettivi».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata