Lunedì 21 Febbraio 2011

Pontirolo: esplode una palazzina
Tanta paura, ustionato un 27enne

Un boato improvviso ha fatto tremare il centro di Pontirolo Nuovo, lunedì poco dopo le 13. In via Bianchi, a pochi metri dalla chiesa parrocchiale, è esploso il secondo piano mansardato di un'abitazione: i detriti sono caduti in strada e la persona che si trovava all'interno, un 27enne, è stata travolta dall'esplosione, riportato ferite e ustioni. Ricoverato agli Ospedali Riuniti di Bergamo, gli sono state riscontrate escoriazioni e ustioni a volto, braccia e gambe. La prognosi non è riservata.

A causare il violentissimo scoppio sarebbe stata, secondo i primi accertamenti, una fuga di gas. L'abitazione – ristrutturata soltanto alcuni mesi fa – è rimasta seriamente danneggiata: al pianterreno e al primo piano non c'era nessuno. Anche le case vicine hanno subito dei danni – vetri rotti, persiane piegate, tegole cadute – e isono state evacuate per sicurezza e per consentire ai pompieri di verificarne l'agibilità.

Nel pomeriggio il sindaco Pierangelo Bertocchi ha emesso le ordinanze di inagibilità per tre appartamenti: quello oggetto dell'esplosione e due accanto. In tutto cinque persone (compreso il ferito) si sono temporaneamente trasferite da parenti. È probabile che il gas abbia saturato l'appartamento e che, quando il giovane ha acceso il fornello in cucina, sia stata innestata la violenta esplosione.

Numerosi i mezzi dei vigili del fuoco intervenuti (da Treviglio, Dalmine e Bergamo), oltre ai carabinieri di Treviglio, Fara d'Adda e Zingonia, alla polizia locale e ai tecnici del gas. Via Bianchi resterà chiusa fino alla messa in sicurezza delle abitazioni danneggiate, come disposto dal sindaco.

Su L'Eco in edicola martedì 22 febbraio una pagina sull'accaduto

m.sanfilippo

© riproduzione riservata