Domenica 06 Marzo 2011

Tratto Tav Treviglio-Brescia
Lavori ai nastri di partenza

Sono ai nastri di partenza i lavori per la costruzione del tratto Treviglio Brescia della Tav, la linea ferroviaria ad alta velocità. Lunedì 7 marzo a  Roma, alla presenza del ministro Matteoli, verrà firmato l'accordo fra Rfi (Rete ferroviaria italiana) e la Saipem membro del consorzio Cepav 2 incaricato dei lavori.

Questo tratto fa parte del più ampio progetto di realizzazione della linea AV/AC (alta velocità, alta capacità) che dovrà collegare Milano a Verona e che sarebbe dovuta essere pronta nel 2008. Attualmente però sono in esercizio solo i 27 chilometri di binari che collegano Milano a Treviglio. Ora comunque è arrivato il momento dell'inizio dei lavori per il tratto Treviglio Brescia che avrà un lunghezza di 58 chilometri e che, come noto, viaggerà parallelo all'autostrada Brebemi. Costo 2 miliardi e 50 milioni di euro

Il tratto Treviglio Brescia della Tav per 39 chilometri attraverserà le province di Milano, Bergamo e Brescia. Si innesterà nel nodo di Brescia tramite i 12 chilometri dell'interconnessione Brescia ovest per poi raggiungere la stazione di Brescia con ulteriori 7 chilometri di attraversamento urbano in affiancamento alla linea ferroviaria esistente.

La Tav farà parte del cosiddetto corridoio Lisbona Kiev ossia l'asse ferroviario che, secondo i piani dell'Unione europea, connetterà Lisbona a Kiev. Nella Bergamasca interesserà i territori di Casirate, Arzago, Treviglio, Calvenzano, Caravaggio, Misano, Fornovo San Giovanni, Bariano, Morengo, Pagazzano, Mozzanica, Fara Olivana con Sola, Isso, Barbata, Romano, Covo, Antegnate e Calcio.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 7 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata