Sabato 12 Marzo 2011

Maxi operazione fiumi sicuri
A Gorle una discarica abusiva

Operazione «fiumi sicuri» sul territorio provinciale nella mattinata di sabato 12 marzo, giornata dedicata alla prevenzione del dissesto idrogeologico con più di 450 volontari appartenenti a diverse organizzazioni iscritte alla sezione provinciale dell'albo di volontariato di protezione civile che hanno provveduto a ripulire, mettere in sicurezza e ripristinare i corsi d'acqua nei comuni di Alzano (torrente Olera), Cerete (valli Piazza e Crinale), Villa di Serio, Morengo, Parre (Serio e torrente Fontagnone), Rogno (rio Valle dell'Orso), Osio Sopra, Gorle e Albino (torrente Lujo).

A Gorle è stato ripulito il sottobosco dai rovi, sono state tagliate piante pericolanti, recuperati tronchi caduti spontaneamente nell'acqua e si è lavorato sui 600 metri di sponda del fiume Serio dal ponte di Gorle verso Ranica. È stata scoperta anche una discarica abusiva di materiale edile che è stata per il momento isolata e nei prossimi giorni verrà dismessa.

A Cerete e Parre le tute gialle e blu, insieme anche ad alcune squadre dell'antincendio, hanno tagliato rovi e arbusti, recuperato rifiuti e ripristinato alcuni corsi d'acqua dei due comuni dell'alta valle. Presente anche l'assessore alla Protezione civile della provincia di Bergamo, Fausto Carrara. Nella Valle di Trinale, sotto il ponte curvilineo sulla strada che collega Cerete Alto a Novezio è stata addirittura recuperata una lavatrice buttata dalla strada soprastante.

A Cerete hanno operato squadre della protezione civile Ana provenienti da Cerete Basso, Cerete Alto, Colere, Albano Sant'Alessandro, Carobbio degli Angeli, Ranzanico, Songavazzo, Rovetta, Valserina, Villa d'Almè oltre ai colleghi dell'Aib antincendio di Rovetta. Anche a Parre sono intervenute squadre da tutta la provincia: Ambivere, Brembilla, Dalmine, Comenduno, Comun Nuovo, Filago, Azzano San Paolo, Celadina e Seriate.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata