Mercoledì 16 Marzo 2011

Nella casa di una cameriera
hashish per 230 mila euro

Aveva in casa 23 chili di hashìsh, per un valore al dettaglio stimato in circa 230 mila euro. A finire nei guai è stata una cameriera, originaria del marocco ma con un regolare permesso di soggiorno in Italia, che abita a Dalmine.

Il nascondiglio della droga è stato facilmente individuato dai carabinieri di Stezzano, giunti alla donna dopo una serie di approfondite indagini, anche grazie all'intervento delle unità cinofile di stanza a Orio al Serio.

I cani hanno rintracciato prima l'hashish: i 23 chili erano in parte nell'abitazione della cameriera marocchina e in parte anche nella casa della nipote, a Osio. Poi anche 111 grammi di cocaina che la cameriera, 43 anni, aveva sparso per casa nascondendola in varie valige.

Durante la perquisizione i militari hanno trovato anche 7.000 euro in contanti, ritenuti il provento dell'attività di spaccio.

L'immigrata è finita nel carcere di via Gleno, a disposizione dell'autorità giudiziaria, con l'accusa di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

r.clemente

© riproduzione riservata