Domenica 10 Aprile 2011

Case Aler: inquilini in difficoltà
Manifestazione davanti al Comune

Gli aumenti dell'affitto decisi dalla Regione Lombardia pesano sempre più sugli inquilini delle case popolari: L'Unione Inquilini di Bergamo ricorda che sono sempre più le famiglie che si trovano in gravissima difficoltà e che accumulano debiti. Molti vedono avviarsi le procedure di sfrattato. Per questo è stata organizzata una protesta, lunedì 11 aprile davanti a Palazzo Frizzoni.

Per l'anno 2011 L'Aler - scrive l'Unione Inquilini -  ha inviato i bollettini con un nuovo aumento di affitto, cresciuto in questi anni in media del 39%. A questo si deve aggiungere la crescita enorme dell'affitto del box (in media quaduplicato) che è oramai uguale ai prezzi del mercato privato.

«Ma la cosa peggiore sono i tagli che la Giunta comunale di Bergamo ha deciso di operare  sul Fondo sociale a disposizione per aiutare le famiglie in difficoltà economica (con più di 9.000 € ma comunque sotto la soglia di povertà) e che non riescono a più pagare l'affitto (tale un intervento è specificatamente previsto dalla Legge Regionale n. 27/2009)».

Per questo, dice l'Unione Inquilini , «tra i molti inquilini delle case popolari c'è indignazione e rabbia. Per questo lunedi 11 aprile, dalle 10.30, alcune famiglie di assegnatari delle case Aler, sopratutto quelle che rischiano di essere sfrattate, si sono date appuntamento di fronte al palazzo comunale di Bergamo in piazza Matteotti per protestare e chiedere all'assessore alla Casa, Tommaso D'Aloia, di ripristinare il fondo e sostenere il reddito delle famiglie in difficoltà economica».

Durante il presidio saranno illustrate le condizioni di alcune famiglie di inquilini che a causa della crisi economica rischiano di essere sfrattate dalle case popolari.

r.clemente

© riproduzione riservata