Venerdì 03 Giugno 2011

Ponte San Pietro e Zingonia:
ospedali rinnovati per il 2015

Due ospedali si rifanno il look: così, oltre al trasloco dei Riuniti di Bergamo nella nuova struttura alla Trucca, anche per il territorio provinciale sono in arrivo novità, con le ristrutturazioni e ampliamenti, in contemporanea, del Policlinico San Pietro a Ponte San Pietro e del Policlinico San Marco di Zingonia.

«Abbiamo ottenuto dal Comune di Ponte San Pietro il via libera alla variante al Piano di governo del territorio per la ristrutturazione della nostra struttura ospedaliera, e già dal comune di Osio Sotto, per competenza sul territorio del Policlinico San Marco, c'è un identico provvedimento - afferma Francesco Galli, amministratore delegato degli Istituti ospedalieri bergamaschi Policlinico San Marco e San Pietro-Gruppo San Donato -. Sono già partite le gare per l'appalto: i bandi sono aperti sia a imprese bergamasche sia di fuori provincia e si tratta di due gare separate».

Le procedure per l'apertura del cantiere sono avviate, i vertici dei policlinici considerano di poter partire alla fine dell'estate. «E senza timore di rallentamenti possiamo affermare che i lavori, sia per Ponte San Pietro sia per Zingonia, saranno completati entro il 2015. I costi? 45 milioni di euro per ognuna delle strutture, completamente coperti dal Gruppo San Donato», afferma Francesco Galli.

Le opere sono state studiate in modo «parallelo», quasi gemellare, per entrambe le strutture, tenendo come punto fermo la non riducibilità dei posti letto nel corso dei lavori (non scenderanno mai) e procedendo, in entrambi i casi, su tre lotti di intervento.

Per Ponte San Pietro i posti letto attuali sono 312 e tali rimarranno nella nuova struttura, si passerà però da 18 mila metri quadrati totali a 25.300 con l'ampliamento, gli ambulatori resteranno 50, con ristrutturazione e ammodernamento, ampliamento del servizio di gastroenterologia e del centro di odontoiatria

In parallelo, scatterà il programma dei lavori per il Policlinico San Marco di Zingonia: i posti letto resteranno identici, in totale 313, con un ampliamento per il Centro dialisi, mentre l'intera struttura passerà da 17.112 metri quadrati attuali a 21.900, previsto inoltre l'ampliamento e la ristrutturazione del centro di fisioterapia e palestra e di fecondazione medicalmente assistita e verrà allargato il reparto di gastroenterologia.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 3 giugno

m.sanfilippo

© riproduzione riservata