Venerdì 03 Giugno 2011

Prevenzione contro i soliti ignoti
Ecco la guida «anti-ladro»

Il progetto Aips, l'Associazione installatori professionali di sicurezza, torna a Bergamo dal 6 al 10 giugno insieme al Comune di Bergamo con la seconda edizione della Settimana della sicurezza anticrimine. L'obiettivo della manifestazione è quello di fare prevenzione e informazione ai cittadini in previsione delle vacanze estive, anche in riferimento alle vicende di cronaca che coinvolgono il territorio locale e per vagliare il senso di sicurezza dei cittadini.

Per questi cinque giorni sarà quindi installato uno stand al Quadriportico del Sentierone di Bergamo per distribuire materiale informativo e prendere informazioni dai cittadini sul senso di sicurezza e sulla sicurezza delle proprie abitazioni. È stato preparato un questionario per capire quanto si sentono sicuri i bergamaschi sul loro territorio e nelle loro case e quali siano i timori ricorrenti.

È anche prevista un'analisi del rischio per verificare quanto effettivamente i sistemi di allarme e di protezione attivati dai cittadini siano efficaci e se i bergamaschi sono a conoscenza dei più semplici accorgimenti di protezione, ma si permetterà anche ai cittadini sprovvisti di sistemi di sicurezza di farsi un'idea su come si può essere protetti e con quali modalità. Aips fornirà in entrambe le situazioni consulenza gratuita, dato che il suo unico scopo è quello di dare informazioni e fare prevenzione.

Allo stand sarà inoltre distribuito una guida dal titolo «Fai centro con la sicurezza». La Settimana della sicurezza - organizzata in collaborazione con Assosicurezza - gode dei patrocini della Regione Lombardia, dell'Ordine degli Ingegneri di Bergamo e del Collegio dei Periti industriali della Provincia di Bergamo, e culminerà venerdì 10 giugno con un convegno nella tensostruttura del Quadriportico del Sentierone: l'appuntamento è alle 18 e sarà aperto a tutta la cittadinanza.

Durante la tavola rotonda saranno presentati i dati raccolti con il questionario, con una riflessione di studiosi e politici con i quali si parlerà di sicurezza e prevenzione. Parteciperanno Aldo Coronati e Marco Panepucci, rispettivamente presidente e segretario del Consiglio di Aips; Alberto Patella, consigliere del Direttivo di Assosicurezza; Stefano Bellintani, docente del Politecnico di Milano e autore con Oliviero Tronconi del recente volume dal titolo: «La sicurezza in casa», edito da Il Sole 24Ore.

Alla tavola rotonda anche un rappresentante del Comune di Bergamo, il tenente Cremonini dei Carabinieri di Bergamo, un rappresentante dell'Ordine degli Ingegneri, i politici Carlo Saffioti, consigliere regionale e coordinatore regionale del Pdl, e Matteo Rossi, consigliere provinciale del Pd e membro della Segretaria regionale del Pd. Modererà l'incontro il giornalista de L'Eco di Bergamo Fabio Conti.

Il questionario informativo

Qual è la causa primaria che genera insicurezza e allarme sociale? Si sente sicuro nella sua abitazione? E poi: Come è cambiato il suo senso di sicurezza rispetto l'anno scorso? Che cosa la farebbe sentire più sicuro? Sono queste alcune delle domande stilate nel questionario che Aips, durante la settimana in cui sarà presente sul Sentierone, proporrà ai cittadini. Un questionario anonimo, molto completo e allo stesso tempo chiaro e semplice, che è stato stilato in collaborazione con il Politecnico di Milano. Il questionario prevede anche un'analisi del rischio per verificare quanto effettivamente i sistemi di allarme e di protezione attivati dai cittadini siano efficaci e se i bergamaschi sono a conoscenza dei più semplici accorgimenti di protezione. I dati raccolti con il questionario saranno tema di dibattito durante la tavola rotonda in programma il 10 giugno. Inoltre gli stessi dati che saranno raccolti nella Settimana della Sicurezza da Aips saranno oggetto di studio dal Politecnico di Milano.

«Fai centro con la sicurezza», una guida per i cittadini
Aips ha stilato un libretto informativo da distribuire ai cittadini durante la Settimana della sicurezza. Si chiama "Fai centro con la sicurezza. Guida alla protezione anticrimine della tua abitazione" redatto e distribuito nella Bergamasca dall'associazione che parte da un consiglio: "Pensa come un ladro!". "Prima di installare una porta blindata o un impianto di allarme – spiega l'Aips – è necessario valutare con attenzione a quali rischi è esposta la propria abitazione, il negozio o l'azienda che si desidera proteggere". Da valutare per esempio il contesto urbano (città al alta densità o piccola località), il tipo di abitazione (casa unifamiliare, appartamento in condominio…), il numero degli ingressi, la tipologia dei serramenti e la vita che conducono i suoi abitanti (se per esempio la casa è incustodita per la maggior parte della giornata). Ecco allora che l'Aips fornisce un'analisi dettagliata delle tipologie dei dispositivi di sicurezza a disposizione del cittadino, con un vademecum di consigli utili per proteggere la propria casa: «Mai lasciare copia delle chiavi sotto lo zerbino o utilizzare chiavi facilmente duplicabili – sono alcune indicazioni –. Non mettere mai etichette con nomi e/o indirizzi sul portachiavi né lasciare a portata di mano scale o altri strumenti che possano essere utilizzati per entrare in casa». Importante è anche cambiare le serrature se si smarrisce anche una sola chiave, scegliere tapparelle sempre in ferro o in profilato di alluminio, così come custodire gli oggetti di valore in cassaforte, certificata e ben montata e ancorata. Con segnalazioni non da poco: per la sicurezza è importante rivolgersi a un professionista così come diritto del cittadino è richiedere sempre un preventivo gratuito, pretendendo anche la dichiarazione di conformità che rispetti la normativa Cei, il Comitato elettronico italiano. Fondamentale poi è stipulare sempre un contratto di manutenzione, "perché l'impianto d'allarme è una macchina complessa che va controllata e revisionata periodicamente – avverte l'Aips – così come è diritto del cittadino pretendere 12 mesi di garanzia per gli impianti e 24 mesi per i prodotti di sicurezza". Informazioni non da poco che si conoscono poco ma che rendono la sicurezza ancora più accessibile.

Scarica il pdf allegato con la guida anti-ladro

m.sanfilippo

© riproduzione riservata