Mercoledì 06 Luglio 2011

Confesercenti: «Con i dehors
Bergamo è più vivace ed europea»

Confesercenti interviene sulle ormai tradizionali polemiche estive. «Il centro non è un luogo immutabile: cambia e si evolve. Da Madrid a Bruxelles le piazze sono allegramente invase da tavolini all'aperto e nessuno si lamenta. Trascorrere una serata in compagnia aiuta a rilassarsi».

Con l'arrivo dell'estate si riaccendono puntualmente le polemiche sulla presenza dei dehors nelle vie e nelle piazze cittadine. Senza entrare nel merito degli aspetti tecnici e normativi, la cui valutazione spetta alla Sovrintendenza, secondo Confesercenti è il caso di sottolineare come ancora una volta rischi di prevalere la logica del «tòca negòt», per riprendere una felice espressione dell'ex sindaco Roberto Bruni.

«È giusto e sacrosanto salvaguardare l'estetica urbana, così come il diritto alla quiete dei residenti - osserva Giacomo Salvi, direttore di Confesercenti Bergamo -, ma non si può considerare il centro storico come un luogo immutabile nei secoli. La città, come ogni realtà umana, cambia e si evolve. Diversamente si rischia di andare incontro alla desertificazione, fenomeno che già colpisce in modo evidente il centro di Bergamo. In questo senso ben vengano i dehors, perché contribuiscono a rendere vie e piazze più vivaci e frequentate, con positive ricadute sulla dimensione sociale e anche sulla sicurezza».

L'invito è di prendere esempio dai «cugini» europei. «Il turismo low cost ha permesso anche a molti bergamaschi di visitare le grandi città del Vecchio Continente – continua Salvi – e di scoprire come vie e piazze, con l'arrivo della bella stagione, siano allegramente invase da tavolini e ombrelloni. Da Madrid a Bruxelles la gente ama sedersi all'aperto e trascorrere qualche ora in compagnia, senza che nessuno si sogni di lamentarsi per pochi metri quadri occupati dai dehors».

«Uno scenario che purtroppo stride in modo evidente con l'aspetto delle zone centrali della nostra città, che di sera restano desolatamente vuote. L'amministrazione comunale ha mostrato sensibilità sul tema, favorendo l'installazione dei dehors e organizzando importanti manifestazioni come Vivi Bergamo il giovedì. Ora però serve un cambio di mentalità anche da parte di chi si lamenta. Li invitiamo a uscire di casa nelle belle sere estive e a sedersi a fare chiacchiere davanti a un buon drink: forse si scopriranno più felici e rilassati. E perché no, anche un po' più europei».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata