Lunedì 11 Luglio 2011

Yara, indagherà anche l'Fbi
A confronto oltre 3 mila Dna

Le tracce di dna trovate sugli indumenti di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra scomparsa il 26 novembre e trovata morta tre mesi più tardi a Chignolo d'Isola (Bergamo), potrebbero essere presto analizzate anche dall'Fbi.

Gli esperti americani, secondo quanto ha riferito lunedì sera 11 luglio il Tg 3 Lombardia, potrebbero stabilire, grazie alle loro sofisticate attrezzature, l'età approssimativa, il colore degli occhi e quello dei capelli dell'assassino che, a sette mesi e mezzo dal delitto, resta ancora senza nome.

Del profilo genetico isolato dagli inquirenti e ritenuto la firma dell'omicida, si sa che appartiene a un uomo e che per il 60% è riconducibile al ceppo lombardo e per l'altro 40% al ceppo dell'Est Europa. Le forze dell'ordine hanno acquisito finora oltre 3 mila profili di Dna, ma finora nessuno di questi coincide con quello trovato sugli slip della ragazzina.

Leggi di più su L'Eco di martedì 12 luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata