Martedì 02 Agosto 2011

La raffica di aumenti estivi:
salasso da 800 euro l'anno

Considerati tutti gli aumenti di mezza estate, oggi una famiglia spende, per i costi fissi, circa 800 euro in più rispetto all'anno scorso. Partiamo dagli ultimissimi aumenti alla voce «mobilità», con benzina alle stelle e tagli delle regioni al trasporto pubblico locale che hanno determinato da ieri il ritocco verso l'alto di tutte le tariffe per bus e treno.

Un padre di famiglia che da anni utilizza l'auto solo per raggiungere il posto di lavoro con 20 euro di benzina alla settimana, da quest'anno, con l'aumento del 20% su ogni litro di carburante, per non restare a secco è costretto a fare 4 euro in più di benzina alla settimana. Sono 16 euro al mese che si trasformano in 192 euro all'anno di aumento solo per andare a lavorare.

A chi usa il treno frequentemente, magari per andare a Milano all'Università, non è che vada meglio, anzi. Quest'anno l'abbonamento mensile si paga 15 euro in più al mese: 180 euro di aumento all'anno. C'è poi l'incremento sul prezzo dell'assicurazione auto. Quest'anno la maggior parte degli automobilisti bergamaschi ha pagato fra i 40 e i 45 euro in più per la medesima polizza. Solo per muoverci come l'anno scorso, tirando le somme, 192 euro di benzina più 180 euro di treno, più 40 euro di assicurazione: sono già 412 euro.

Anche tasse e bollette per la casa, a fine anno, presenteranno un conto salato. Il 2011 non è ancora finito ma su una famiglia di 3 persone in una casa da 85 metri quadri la stima di aumento fra gas ed energia elettrica si aggira fra i 47 e i 55 euro annuali.

Leggi di più su L'Eco di martedì 2 agosto

m.sanfilippo

© riproduzione riservata