Martedì 01 Novembre 2011

Ancora inquinamento nell'aria
Situazione già preoccupante

La fine di ottobre, come era già accaduto negli anni scorsi, riporta l'attenzione sul problema dell'inquinamento dell'aria. Come era successo domenica 30, anche lunedì 31 ottobre molte centraline della nostra provincia hanno superato, in alcuni casi abbondantemente, il valore limite fissato dalla normativa.

Non siamo a livelli d'inquinamento record (ricordiamo che talvolta si è registrata una quantità di pm10 superiore al doppio del valore limite, che è di 50 microgrammi per metro cubo di aria), ma naturalmente siamo già a livelli preoccupanti a questo punto della stagione, considerando che i riscaldamenti non sono ancora a pieno regime e che in questi giorni di ponte non c'è molto traffico. L'inverno si preannuncia dunque ad alto rischio.

Ecco i dati del bollettino inviato dall'Arpa
Bergamo Meucci 69
Bergamo Garibaldi 80
Dalmine 68
Filago Centro 81
Lallio 43
Osio Sotto 34
Treviglio 53
Calusco 61

Nonostante le tante iniziative messe in campo dalla Regione per limitare le emissioni di inquinanti - dal bollino blu per le caldaie al blocco dei motorini euro 0 (maggiori dettagli nell'allegato) - la situazione resta seria: bastano pochi giorni senza pioggia a far schizzare verso l'alto i valori delle polveri sottili, ritenute causa di molte malattie anche gravi dell'apparato respiratorio.

I suggerimenti dei nostri lettori
Se tu fossi il legislatore, cosa suggeriresti per limitare il più possibile le emissioni inquinanti?
Rispondi cliccando sul tasto COMMENTA

m.sanfilippo

© riproduzione riservata