Mercoledì 02 Novembre 2011

Il transessuale ucciso nei campi
L'autopsia chiarirà il mistero

Il cadavere di un transessuale - ancora senza un nome - è stato trovaro mercoledì pomeriggio poco dopo le 15 in un campo di Ciserano, lungo via Osio Sotto, nei pressi del Cimitero, al confine con Zingonia.

L'uomo - tra i 20 e i 30 anni circa - è stato ucciso. Sul corpo senza vita non sarebbero stati trovati evidenti segni di violenza: sarà dunque l'autopsia a stabilire l'esatta causa della morte anche se si pensa ad un trauma cranico o a uno strangolamento. La morte potrebbe risalire a non più di tre giorni fa. Quanto al movente, gli inquirenti non escoludono nessuna pista, da quella di un cliente - rapinatore (non è stata ritrovata la borsetta) a quella di una lite all'interno dell'ambiente dei transessuali.

Sul posto i carabinieri - che hanno avviato le prime indagini - e il personale del 118.

L'allarme è stato dato ai carabinieri dal sindaco di Ciserano, Enea Bagini, allertato a sua volta da un operatore ecologico del Comune - Marco Valota (guarda il video) - che ha ritrovato il cadavere durante il proprio turno di lavoro.

Il luogo dov'è stato ritrovato il cadavere è a circa 300 metri da viale Europa, frequentato nelle ore notturne dai transessuali che poi si appartano nel campo dov'è avvenuto il ritrovamento, al termine di una strada a fondo chiuso. Nei pressi c'è anche un piccolo cascinale.

L'operatore ecologico che ha scoperto il corpo senza vita stava ultimando le pulizie lungo l'argine della strada a fondo chiuso proprio perchè è noto che la zona sia frequentata da trans e prostitute.

Ad un certo momento, Valota ha visto un paio di gambe spuntare da un cespuglio, scambiandole in un primo tempo per quelle di un manichino. Poi, accortosi che si trattava di un cadavere ha subito avvisato il sindaco del paese.

La zona è stata recintata e i carabinieri non consentono l'accesso a nessuno. Sul posto i carabinieri di Treviglio, di Zingonia, del Nucleo operativo radiomobile di Bergamo, la Polizia locale di Ciserano e di Boltiere, e i vigili del fuoco per illuminare la zona con le torce.

Sul posto anche il pm di turno, Franco Bettini, e il medico legale, Giancarlo Borra, per l'esame esterno del cadavere.

Poco prima delle 19.30 la salma del transessuale è stata composta nella camera mortuaria del Cimitero di Ciserano a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 3 novembre

a.ceresoli

© riproduzione riservata