Domenica 20 Novembre 2011

Aziende e ditte sempre nel mirino:
scattano gli allarmi, ladri in fuga

Approfittando della nebbia e del buio i ladri si sono scatenati in Bergamasca, prendendo di mira - senza successo - aziende e ditte soprattutto nella zona di Zingonia ma anche a Seriate. In tutti i casi gli allarmi sono scattati e i malviventi sono fuggiti.

Sabato alle 18, a Ciserano di Zingonia, il primo tentativo di effrazione: presa di mira la Robur di via Parigi. I ladri hanno scassinato una porta e hanno svuotato i cassetti degli uffici. Ma l'allarme, collegato alla vigilanza, ha fatto intervenire gli uomini di Sorveglianza Italiana e i malviventi sono dovuti scappare a mani vuote.

Alle 18,45 stessa scena alla Ltm di via Torino 3, sempre a Zingonia: una pattuglia della Sorveglianza ha trovato una porta sfondata e gli uffici a soqquadro. I ladri hanno preferito scappare anche in questo caso, abbandonando nel piazzale un computer portatile e un cellulare.

Alle 20,30 allarme alla Vmc Italia di via Vienna: forzata una finestra degli uffici, i malviventi hanno tentato di entrare. Ma in zona c'erano già le pattuglie della vigilanza e i carabinieri. I ladri sono scappati senza portare via niente.

All'1,30 alla Termomarket di via Vienna, sempre a Zingonia, scatta l'allarme alla vigilanza: gli uomini della pattuglia, subito accorsa, hanno visto un uomo che che scavalcava il cancello, lo hanno inseguito e lo fermant a Verdello.

Alle 19 di sabato al Cassinone di Seriate, alla ditta Fintair che si occupa di pneumatici in via Cascina Bruciata, sono entrati in azione tre ladri: hanno preso pneumatici e li hanno lanciati fuori dalla recinzione. È scattato l'allarme a Sorveglianza italiana, è arrivata una pattuglia: i malviventi sono scappati. Ma sono stati filmati, e ora sono in corso le ricerche.

r.clemente

© riproduzione riservata