Martedì 10 Gennaio 2012

Polizia Stradale, A4 più sicura
E più controlli con l'etilometro

Autostrada più sicura grazie al tutor, meno incidenti mortali, più controlli con l'etilometro, più servizi di prevenzione per evitare le stragi del sabato sera. E' questo in sintesi il bilancio di un anno di attività svolta dalla Polizia Stradale di Bergamo, unitamente a Seriate e Treviglio.

Le cifre sono state presentate questa mattina dal comandante della Polizia Stradale Mirella Pontiggia nel corso di una conferenza stampa presso la sede di via del Galgario.

«I numeri evidenziati dalle tabelle riassuntive - ha detto il comandante - necessitano di alcune spiegazioni. Se da un lato è vero che sono aumentati gli incidenti in Autostrada rispetto al 2009 e al 2010, va però detto che si tratta nella stragrande maggioranza di sinistri che hanno avuto come conseguenza solo danni e nessun ferito. Va poi aggiunto che i decessi nel 2010 sono risultati 9, mentre nel 2010 sono diminuiti a 8».

Merito di una costante presenza e attività di controllo delle pattuglie, ma anche del sistema tutor che permette di rilevare la velocità media delle auto. I servizi con sistema safety tutor sono stati nel 2011 ben 567; altri 792 con i tradizionali misuratori di velocità. Complessiivamente i controlli per eccesso di velocità su tutta la rete stradale di Bergamo e provinca e lungo la A4 nel tratto di competenza della Polizia Stradale di Seriate ha portato ad accertare 15.890 infrazioni.

Capitolo non indifferente quello relativo ai controlli con l'etilometro (incremento dello 0,60%) e soprattutto dei conducenti durante i servizi del sabato sera: in quest'ultimo caso i controlli sono stati praticamente raddoppiati (+94%): un'attività che ha portato anche un incremento delle patenti ritirate (154, +4,5%) anche per la guida sotto l'effetto di droghe (44, +4,76%).

«Particolarmente rilevante - ha aggiunto il comandante Pontiggia - l'attività di informazione sui temi della sicurezza stradale, ovvero la prevenzione che abbiampo svolto in 3 scuole dell'infanzia, 5 scuole primare, una scuola secondaria di primo grado, 5 scuole superiori, oltre ai convegni e alle manifestazioni di piazza. In totale, solo nei rapporti con le scuole, sono stati contattati oltre 2600 bimbi e ragazzi».

Altro fronte quello dell'attività di Polizia giudiziaria che si può così sintetizzare: 96 arresti, 958 kh di hashish sequestrati oltre a 8 kg di cocaina e mezzo kg di eroina.

e.roncalli

© riproduzione riservata