Sabato 26 Maggio 2012

Contro Monti, corteo di protesta
Aereo della Lega: «Basta tasse»

Con striscioni del tipo «Cacciamo il governo» il corteo antagonista, organizzato dal comitato «Adesso basta!» è partito intorno alle 10 per «accogliere» il premier Monti. La Lega invece «all'attacco» dal cielo: con un aereo è stato esposto uno striscione, «Basta Monti, basta tasse. Lega Nord». L'aereo ha sorvolato più volte la città per lanciare il messaggio lei lumbard.

Dal corteo invece sono partiti lanci di uova al passaggio davanti alla sede di Confindustria, in via Camozzi. Sorto ad hoc per la visita di Monti, al comitato hanno aderito diverse sigle, fra cui Movimento Studentesco, Pacì Paciana, Giovani Comunisti, Rifondazione, Pdci. All'appuntamento, fissato per le 9 in piazzale Marconi non erano in molti, ma le file si sono andate pian piano ingrossando e, intorno alle 9,30, c'erano già 250 persone.

A Porta Nuova il corteo si è fermato a lungo: striscioni sono stati appesi al Credito Bergamasco e all'ingresso di altre banche, sono stati accesi fumogeni, ma soprattutto ci sono state rumorose contestazioni che hanno raggiunto e disturbato - come nelle intenzioni - il discorso del premier. La protesta è sbarcata, con filmati, anche su Facebook.

Poco prima delle 10 il corteo (circa 500 persone secondo le prime stime fornite dalla Questura) è partito e ha percorso la prima parte del viale Papa Giovanni. Invece che proseguire verso Porta Nuova, verso la zona del giuramento, i manifestanti sono stati deviati in via Mai da un cordone di polizia. Qualche protesta, ma la manifestazione ha seguito la deviazione.

L'obiettivo era infatti quello non di un semplice presidio, ma di un corteo di protesta vero e proprio: dopo le prescrizioni della Questura, per evitare l'eccessiva vicinanza con l'area del giuramento, alla manifestazione è stato assegnato il tragitto da viale Papa Giovanni, via Angelo Mai, Martiri di Cefalonia, poi via Camozzi fino a Porta Nuova, per poi riprendere viale Papa Giovanni, di nuovo in direzione della stazione.

S.M.

r.clemente

© riproduzione riservata