Santiago in rosa: 600 chilometri
per raccogliere fondi per i Riuniti

Sei atlete percorreranno un tragitto di 600 chilometri per raccogliere fondi da destinare agli Ospedali Riuniti di Bergamo e all'ospedale Nuguarda di Milano. Si tratta della seconda edizione di «Santiago in rosa». L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Cancro Primo Aiuto.

Santiago in rosa: 600 chilometri per raccogliere fondi per i Riuniti

Sei atlete percorreranno un tragitto di 600 chilometri per raccogliere fondi da destinare agli Ospedali Riuniti di Bergamo e all'ospedale Nuguarda di Milano. Si tratta della seconda edizione di «Santiago in rosa». L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Cancro Primo Aiuto.

Le sei atlete protagoniste alterneranno la corsa alla camminata in relazione alla difficoltà del fondo e della situazione, cioè se di notte oppure di giorno. La presentazione ufficiale, lunedì 4 giugno, della Santiago in rosa 2012 vedrà la partecipazione degli assessori regionali allo Sport e Giovani, Luciana Ruffinelli, e alla Sanità, Luciano Bresciani.

Il percorso della manifestazione, in programma dal 25 al 29 settembre, si svilupperà in quasi 600 km tra Spagna e Portogallo. Oltre agli assessori regionali sono attesi alla presentazione dell'impresa, fra gli altri, Renato Cerioli (presidente Confindustria Monza e Brianza), Alessio Barbazza (presidente Associazione Cancro Primo Aiuto Onlus), Massimo Manelli (presidente Vicario Associazione Cancro Primo Aiuto Onlus), Flavio Ferrari (amministratore Delegato Associazione Cancro Primo Aiuto Onlus), Dario Maggioni (presidente Comitato Tecnico Scientifico Associazione Cancro Primo Aiuto Onlus), Pasquale Cannatelli (direttore generale Ospedale Niguarda Ca' Granda di Milano) e Carlo Nicora (direttore generale Ospedali Riuniti di Bergamo).

L'appuntamento è in programma alle 18 nella sede di Confindustria Monza e Brianza (viale Petrarca, 10 - Monza).

© RIPRODUZIONE RISERVATA