Giovedì 28 Giugno 2012

Bergamo, rapinata Equitalia
Madre e figlia colpite da malore

Rapina alla sede di Equitalia di piazza della Repubblica. Due uomini armati hanno fatto irruzione negli uffici e due clienti alla vista di una pistola si sono sentite male. I malviventi, con il volto coperto da maschere di carnevale, sono riusciti ad arraffare oltre 2 mila euro prima di scappare, con altri due complici.

Il colpo è stato messo a segno attorno alle 11,50 quando la sede di Equitalia di piazza della Repubblica al civico 4, in pieno centro città, era gremita di clienti e dipendenti. Allo sportello pubblico si trovavano una decina di impiegati.

Improvvisamente due individui vestiti di nero hanno varcato l'ingresso che non è dotato di porta a bussola: hanno spalancato le due porte, una dietro l'altra, e sono entrati nella filiale. Entrambi, secondo i testimoni, per nascondere il viso e non essere riconosciuti, indossavano maschere da carnevale, tipo da pagliaccio.

Uno di loro si è diretto subito verso il corridoio di sinistra che conduce dietro al bancone, mentre l'altro armato di pistola si è fermato alla porta, tenendola aperta con un piede. Nel frattempo, fuori sul marciapiede, un complice, sempre col viso travisato, faceva da palo controllando che tutto attorno fosse tranquillo. A bordo di una Fiat Punto, poi, un quarto uomo aspettava con il motore acceso pronto per partire. Arraffate le banconote, una somma di oltre 2mila euro, i quattro sono scappati a bordo dell'utilitaria facendo perdere le proprie tracce. La richiesta di intervento è arrivata alle forze dell'ordine pochi istanti dopo e sul posto si sono precipitate le volanti della questura e un'auto dei carabinieri in supporto.

A causa della forte paura vissuta durante le fasi concitate della rapina due donne, madre e figlia, hanno accusato un lieve malore.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata