Domenica 08 Luglio 2012

Si accorpano i tre tribunali:
ma a Bergamo non c'è spazio

Accorpamento fa rima con trasferimento: le sedi distaccate del tribunale a Clusone, Grumello e Treviglio saranno riunite a Bergamo, come previsto dal decreto del governo. Ma si apre il problema degli spazi. In città saranno infatti necessari uffici per dieci magistrati in più, con le relative cancellerie, oltre che locali dove celebrare le udienze.

Al momento, però, il palazzo di via Borfuro è quasi saturo. Il decreto lascia ampio margine di tempo: 18 mesi per riorganizzarsi, che in caso di necessità o carenza di spazi possono essere aumentati, fino ad arrivare a un massimo di cinque anni.

A Bergamo arriverà tutto il personale attualmente in servizio nelle tre sedi. Nulla di ufficiale, invece, al momento, su quali uffici del Giudice di pace saranno cancellati, così come previsto nel decreto. Nella Bergamasca gli uffici sono sette.

Il palazzo di via Borfuro, inaugurato pochi anni fa, è già in effetti prossimo al livello di saturazione: il primo piano è occupato interamente dai giudici di pace di Bergamo, il secondo è suddiviso tra la sezione Penale (che conta al piano terra 5 aule di udienza, spesso tutte impegnate, tanto da dover spostare qualche udienza anche nella Corte d'assise dello storico palazzo di piazza Dante), la sezione Gip-Gup (con due aule sul piano) e il Lavoro (i cui giudici tengono udienza nei loro uffici, a cui si aggiungono due aule nella parte vecchia).

Il terzo livello ospita le tre sezioni Civili e i Fallimenti (le udienze negli uffici dei singoli giudici, in un'aula al piano terra e due al terzo). Occupato interamente dall'Ordine degli avvocati e dalle strutture di servizio l'ultimo piano.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo dell'8 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata