Domenica 05 Agosto 2012

Nord a rischio di super-temporali
Bombe d'acqua solo in montagna

Fino a tutta la giornata di lunedì resta alta la possibilità di forti temporali tra Piemonte, Lombardia e Triveneto con particolare riferimento ai settori alpini e prealpini. Temporali come quello che ha causato lo smottamento di Valbondione.

I violenti temporali che si sono abbattuti nelle ultime ore al Nord ed in particolare in Alto Adige - dice il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera - sono la conseguenza 'del Drago Africano', il rovente fiume di aria molto calda in arrivo dal Nord Africa.

Aria molto calda sahariana si scontra con quella più fresca dal Nord Europa lungo una immaginaria linea che scorre poco a Nord dell'arco alpino. Si attivano così grossi ammassi temporaleschi che si alimentano anche attraverso la grossa quantità di vapore presente in Valpadana.

Il risultato sono i 'super temporali', ovvero forti manifestazioni temporalesche che si associano a nubifragi, vere e proprie bombe d'acqua. In gergo tecnico - dice Nucera - sono chiamate 'supercelle temporalesche', ovvero temporali che scaricano tanta pioggia e grandine; possono causare anche le trombe d'aria.

E nel resto del Nord? Qualche fenomeno in sconfinamento potrebbe esserci nelle alte pianure. Sul resto d'Italia impazzerà l'estate con caldo ed afa in particolare al Sud ove si attendono picchi di 43 gradi. L'esperto inoltre aggiunge di fare molta attenzione in estate ai fulmini perchè possono rappresentare un pericolo anche mortale.

r.clemente

© riproduzione riservata