Venerdì 24 Agosto 2012

Ratti, larve e miasmi nel Morla
«Servono interventi urgenti»

Il Morla ha bisogno urgente di interventi igienico sanitari. Lo dice Federconsumatori evidenziando che nel torrente Morla - da Valtesse a Campagnola - nei tratti scoperti scorrazzao indisturbati i ratti.

«In questi giorni il fenomeno si è acuito - scrive la nota di Federconsumatori - perché il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca è intervenuto a ripristinare il normale percorso dell'acqua, parzialmente ostruito da vegetazione e cumuli di terra nel tratto che va dal ponte di Via Galgario a quello di Borgo Palazzo».

«All'altezza del ponte sul Morla in Via B. Palazzo la situazione è particolarmente critica: nonostante gli interventi di cui sopra, oltre ai topi, persiste un notevole ristagno d'acqua maleodorante con accompagnamento di larve d'insetti che proliferano in superficie. Ora, per garantire le dovute condizioni igieniche agli abitanti del Borgo e per qualificare il corso d'acqua più importante della Città, oltre che per non rendere inutile il notevole lavoro effettuato a spese del Consorzio, è indispensabile che Comune e Regione continuino nell'opera di risanamento».

«Per ridare dignità al (alla) Morla è indispensabile : A) eliminare il ristagno dell'acqua asportando il materiale che, accumulatosi sotto il tratto coperto, ostacola il deflusso regolare delle acque; B) derattizzare e bonificare il letto del Morla; C) individuare l'origine degli scarichi che adducono liquami vari nel torrente;D) regolarizzare, se non è possibile abolire, gli scarichi individuati. Prioritario è intervenire subito per risolvere i problemi esposti ai punti A (eliminare il ristagno dell'acqua asportando il materiale che, accumulatosi sotto il tratto coperto, ostacola il deflusso regolare delle acque) e B (derattizzare e bonificare il letto del Morla). Per i due problemi che chiedono soluzione urgente sarebbe cosa gradita se i nostri Amministratori coinvolgessero A2A invitandola a intervenire con i propri mezzi, magari a parziale compensazione dei notevoli disagi che la posa della rete per il Teleriscaldamento sta causando alla cittadinanza».

e.roncalli

© riproduzione riservata