Lunedì 17 Settembre 2012

Al via il Lombardia Express
In mezz'ora si arriva a Milano

Il treno lancia la sfida all'auto e la vince. Per velocità, convenienza economica e comfort. Il Lombardia Express da Bergamo a Milano è partito ufficialmente lunedì 17 settembre con una competizione simbolica tra locomotiva e auto blu, con una gara tra ruota e binario. Se l'amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz è partito da Bergamo, l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo ha viaggiato da Varese assieme ai pendolari.

«La scelta di far gareggiare insieme auto e treno è stata dettata dalla volontà di dimostrare concretamente che il nuovo servizio ha dei vantaggi effettivi e immediatamente percepibili - ha affermato l'assessore -. In primo luogo, è più veloce: in circa trenta minuti da Varese e da Bergamo si arriva alla stazione Centrale evitando traffico, code e stress».


Il treno che fa Bergamo-Milano Lambrate in mezz'ora e fino a Milano Centrale in 38 minuti. Per ora con due corse giornaliere (da lunedì al sabato): partenza da piazzale Marconi alle 8,43 e ritorno da Centrale alle 19,40. Un supertreno veloce per la business class, ma anche per chi ama la comodità quella volta una tantum che usa i binari anziché la strada. I costi, infatti, non sono proprio «low» - 12 euro per la corsa semplice (con una promozione lancio di 9,90 euro) e 200 euro per l'abbonamento mensile -, ma Trenord e l'assessorato regionale ai Trasporti sono impegnati a spiegare che «è un servizio moderno a costo di mercato, ovvero senza contributo pubblico» e con grandi vantaggi (in termini ecologici e di tempo) rispetto all'auto.

Qualche calcolo fornito dai gestori per dimostrare i vantaggi del Lombardia Express. Partiamo dal portafoglio. Fare Bergamo-Milano in auto (singolo viaggio), inclusa l'area C, costa 15,75 euro. Fare andata e ritorno per un mese, 22 giorni lavorativi, esclusa l'area C, costa 473 euro; includendo l'area C, 583 euro. Per quanto riguarda l'ambiente, chi viaggia in treno consuma una quantità di energia di quattro volte inferiore rispetto a chi usa l'auto e, a parità di tragitto, il trasporto su rotaia produce un quinto della Co2 emessa da un'auto. Mettiamoci pure il risparmio di tempo: si guadagnano dieci minuti a volta, considerando che al volante si arriva a Milano in 49 minuti con traffico regolare. Stesso risparmio di tempo considerando il servizio ferroviario normale. In servizio ci saranno i treni di ultima generazione «Coradia» - già in funzione, ad esempio per il «Malpensa Express» - da 228 posti.

La partenza da Bergamo sarà alle 8,43 con arrivo a Lambrate alle 9,14 (in 30 minuti contro i 39 attuali) e a Centrale alle 9,22 (in 38 minuti contro i 48 attuali). Il ritorno sarà alle 19,40 da Milano Centrale e alle 19,47 da Lambrate, con arrivo a Bergamo alle 20,19. Il biglietto (con relativo posto) sarà prenotabile via telefonino e online dagli inizi di settembre (quando in stazione ci saranno anche delle hostess per promuovere il servizio); tra i comfort offerti, anche un quotidiano gratis a bordo (mentre il servizio ristorazione è a pagamento). «Siamo i primi in Italia - spiega l'assessore Cattaneo - a introdurre la sperimentazione di un servizio di alta gamma sul modello della londinese South Eastern. Lavoreremo per allargare il servizio anche ad altre province della Lombardia a partire dal prossimo orario invernale». Per ora, infatti, la sperimentazione è limitata a Bergamo e Varese.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata