Mercoledì 26 Settembre 2012

Movida del giovedì, + 50%
250 mila persone in 4 serate

Numeri da record per l'edizione 2012 di «Vivi Bergamo il Giovedì», con un incremento di oltre il 50% delle presenze rispetto allo scorso anno. Solo nell'ultimo appuntamento di settembre, sono state registrate 63mila persone: 45mila lungo il Sentierone e 15mila lungo viale Papa Giovanni XXIII. Ma le persone accorse in occasione dei 4 appuntamenti, quest'anno tematizzati, sono state oltre 250mila. Grande la soddisfazione del Comune di Bergamo, delle associazioni di categoria Ascom e Confesercenti e del Distretto urbano del Commercio che rappresenta le diverse realtà commerciali del centro cittadino.

Un successo dovuto per buona parte grazie al coinvolgimento dei negozianti: “Il mondo del commercio è stato un fondamentale fattore di aggregazione dei cittadini. Grazie alle loro iniziative hanno creato attrattività” ha commentato l'assessore alle Attività Produttive Enrica Foppa Pedretti in occasione della presentazione dei dati a cura di Luca Zanderighi, professore di marketing all'Università Statale di Milano.

Altro fattore chiave, il lavoro di squadra: “Abbiamo individuato una formula di lavoro vincente, in stretta sinergia con le associazioni di categoria – ha sottolineato Danilo Minuti, assessore alle Politiche Giovanili e per il Tempo Libero -. Un format che è stato replicato anche in altre realtà della provincia. Vivi Bergamo il Giovedì ha generato una sorta di effetto domino. Siamo già pronti per preparare la prossima edizione”.

Presente al resoconto dell'attività, Alessandro Riva, amministratore delegato del Distretto Urbano del Commercio: “Come distretto abbiamo avuto il compito di mettere in rete le realtà rappresentate dai soci, ottimizzando le potenzialità. Una sfida che ci consentirà di agire meglio nel futuro”. Tra i fattori del successo sottolineati dal professor Zanderighi una “migliore comunicazione rispetto alle scorse edizioni e la tematizzazione degli appuntamenti”. Sottolineata l'importanza dell'apertura degli esercizi commerciali: “Oltre 1 un quarto delle persone ha affermato di essere stato spinto a partecipare all'iniziativa per in negozi aperti – spiega Luca Zanderighi -. Inoltre il 13% ha dichiarato di aver fatto acquisti nella categoria dell'abbigliamento. Undato importante in questo momento di crisi dei consumi”.

e.roncalli

© riproduzione riservata