Mercoledì 31 Ottobre 2012

«6 ore intense ma non le uniche»
Spada giustifica così i 50 mila €

Sono state «sei ore intensissime» ma Franco Spada, consigliere regionale dell'Idv entrato in carica proprio nel giorno dello scioglimento del consiglio regionale della Lombardia, spiega che non saranno le uniche. E quindi i 50.000 mila euro circa che prenderà fino alle elezioni «sono nè più nè meno quelli che prenderanno gli altri consiglieri».

È quanto ha detto lo stesso Spada intervistato dal programma La Zanzara di Radio24. Spada, primo della lista dei non eletti dell'Idv, ha preso il posto del consigliere Gabriele Sola, che aveva deciso di fare un passo indietro «per rinunciare al vitalizio». Ha vinto la lotteria? «Andiamoci piano - ha risposto Spada - sono stato 6 ore e abbiamo approvato una legge molto importante come quella elettorale».
«Saranno state intensissime ma sempre 6 ore sono state», gli ha ricordato il giornalista. «Sì, intensissime ma non è così: come ha detto il presidente Formigoni, il bilancio di previsione 2013 verrà approvato da questo consiglio seppur dimissionario, e per approvare un bilancio non credo si faranno nè una nè due nè tre riunioni ma molte di più. Inoltre, sempre come ha detto il presidente Formigoni, entro la scadenza dovremo recepire con legge regionale i provvedimenti del governo sui tagli della spesa pubblica».

«Ieri sono stato tutto il giorno in Regione per dare un'occhiata allo statuto, al regolamento, eccetera, l'unica cosa di cui non mi sono occupato è lo stipendio», ha spiegato Spada. «Soldi meritati? Prenderò nè più nè meno di quello che prenderanno gli altri consiglieri».

a.ceresoli

© riproduzione riservata