Lunedì 12 Novembre 2012

Piano del traffico, dite la vostra
Da martedì via alle osservazioni

Non vi piacciono le nuove corsie preferenziali previste in città? Oppure vorreste che l'area pedonalizzata fosse più ampia o più stretta? È arrivato il momento di dire la vostra sul Piano urbano del traffico per Bergamo. C'è un mese di tempo per farlo.

«Si comunica - si legge in un comunicato dell'amministrazione comunale - che a seguito dell'adozione del Piano Urbano del Traffico (PUT) da parte della Giunta Comunale, il documento verrà depositato per trenta giorni consecutivi dal 13/11/2012 al 12/12/2012 compresi presso la Segreteria Generale in Palazzo Frizzoni, in Piazza Matteotti n. 27, presso il Servizio Mobilità e Trasporti, in Piazza Matteotti n. 3 e sul sito internet www.comune.bergamo.it.

Per tutto il periodo di deposito chiunque abbia interesse avrà facoltà di prendere visione degli elaborati durante l'orario di apertura al pubblico degli Uffici Comunali e precisamente dalle ore 9.00 alle ore 12.00 dei giorni feriali, escluso il sabato.

Contestualmente al periodo di deposito, potranno essere presentate osservazioni da indirizzarsi al Sindaco in n° 2 esemplari in carta semplice, da far pervenire al Protocollo Generale del Comune di Bergamo, entro le ore 16.30 del giorno 12/12/2012».

COMMENTA SUL  BLOG DE L'ECO LAB

Le novità e le decisioni della Giunta
La giunta straordinaria di fine ottobre ha dato l'imprimatur al Piano urbano del traffico, accompagnandolo con una nota che riguarda proprio il futuro delle carreggiate riservate ai mezzi di trasporto pubblico, previste in via Broseta e in via Borgo Palazzo.

Sarà insomme il consiglio comunale a decidere la sorte delle corsie preferenziali. «La Giunta comunale - si legge nel documento dell'esecutivo - prende atto delle richieste presentate dalle associazioni di categoria, da alcune associazioni di via e da alcuni capigruppo consiliari che chiedono la non introduzione delle corsie preferenziali per gli autobus».

La Giunta ha dichiarato inoltre «di non avere alcuna preclusione a tale richiesta, essendo indicate nel Put delle semplici ipotesi tecniche». Sul punto, quindi, «si rimette alle decisioni del Consiglio comunale».

L'assessore alla Mobilità Gianfranco Ceci aveva precisato che «in Giunta sono state apportate alcune modifiche al Put, che non ne stravolgono l'impianto, passato al vaglio della Valutazione ambientale strategica».

Non cambiano le Zone a traffico limitato, che sulla carta saranno vigilate da sei telecamere entro quest'anno e otto entro il 2013. E per ora restano pure le corsie preferenziali.

«Ma sono solo delle indicazioni tecniche - aveva puntualizzato Ceci -, per cui la Giunta prende atto delle osservazioni arrivate da più parti e rimette al voto del Consiglio comunale la decisione di eliminarle o meno. Noi non faremo nessuna barricata».

Le critiche Le critiche più forti erano state sollevate non solo dai comitati di quartiere e dai commercianti (a loro dire penalizzati dalle corsie preferenziali), ma anche dai partiti di maggioranza (Lega, Pdl e Lista Tentorio avevano espresso perplessità in una riunione, invitando Ceci a rivedere la previsione delle corsie), rischiando di diventare un vero e proprio caso politico.

L'assessore Ceci aveva ridimensionato la questione (dichiarando: «Il Put non può essere ridotto alle corsie preferenziali»), ma ora apre alla possibilità di non realizzarle.

Il Put prevede anche il cosiddetto «Sentierone allungato», ovvero una sperimentazione di chiusura al traffico tra le 14 di sabato e le 24 di domenica, rendendo off limits alle auto il perimetro tra piazza Santo Spirito, piazza Pontida e via Roma-via Papa Giovanni XXIII.

Nelle festività, e per i grandi eventi, l'«area ambientale» potrà essere estesa tra via Tiraboschi e via Camozzi e tra via Mai e via Paleocapa. È prevista inoltre la pedonalizzazione di piazzetta largo Porta Nuova e dello slargo tra via Zambonate e via Spaventa.

Dopo che saranno state ricevute le osservazioni dei cittadini ci sarà il passaggio ultimo in Consiglio comunale, dove ci sarà anche il verdetto sulle corsie preferenziali. Solo tra tre mesi circa (festività escluse), quindi, il Put (e relative corsie preferenziali) avrà il semaforo verde, o meno.

COMMENTA SUL  BLOG DE L'ECO LAB

r.clemente

© riproduzione riservata