Giovedì 13 Dicembre 2012

A Casnigo un avveniristico oratorio
Il vescovo: «Dono per la comunità»

«Dono per la comunità e speranza per le nuove generazioni». La definizione di monsignor Francesco Beschi annuncia a Casnigo l'inaugurazione del nuovo oratorio, in programma domenica alle 16 alla presenza del vescovo. «È il coronamento – sottolinea l'arciprete don Giuseppe Berardelli – di un percorso partito dieci anni fa e concretizzatosi nei lavori degli ultimi tre anni». Il nuovo oratorio, progettato dall'architetto Gualtiero Oberti, sorgerà al posto della vecchia struttura, demolita nel 2009. Un progetto che non lascia indifferenti per le scelte cromatiche e la presenza a vista di elementi metallici strutturali. Una «scommessa» da vincere soprattutto coinvolgendo giovani e famiglie, attraverso spazi ampi e funzionali. I lavori, affidati per la parte strutturale alla Poledil di Trescore, sono costati 4 milioni e 490.000 euro, sostenuti dalla comunità con i «salvadanai» domiciliari. Alla spesa ha partecipato con un milione e 100.000 euro anche il Comune, che diventerà proprietario dei 68 posti auto interrati ricavati sotto il campo di calcio.

«Ci sono – aggiunge don Giuseppe – tre aree omogenee. In quella per la catechesi 10 aule, una sala conferenze, la cappella e l'abitazione del curato. La parte destinata all'accoglienza prevede bar, cucina, pizzeria e un auditorium di 200 posti dedicato ad Angela Bonandrini». All'esterno, all'area per gioco e basket si aggiunge il campo di calcio in sintetico. Che sarà dedicato a Gianni e Fausto Radici, imprenditori legati a Casnigo per attività e affetto. Alla realizzazione del manto e delle opere accessorie hanno contribuito Radici Group e Poliplast. Alla storica dedicazione dell'oratorio a San Giovanni Bosco, verrà aggiunta quella al Beato Giovanni Paolo II: a Casnigo, alla Madonna d'Erbia, è conservata la sua ultima veste talare.

«I festeggiamenti – sottolinea il curato don Fulvio Agazzi – si articoleranno fino a febbraio su fede, educazione e sport». Si parte domenica, quando il vescovo verrà accolto sul sagrato della chiesa alle 15,45. Dopo la Messa un corteo raggiungerà l'oratorio accompagnato dal corpo musicale Guerini e dal Coro Orobico per il taglio del nastro. «Seguiranno incontri di riflessione: il 21 dicembre alle 20,30 con l'atleta paralimpico Giordano Tomasoni e il 27 dicembre con i genitori di Giulia Gabrieli, la quattordicenne morta nel 2011, autrice di una profonda testimonianza tra fede e malattia». Per gli sportivi c'è l'arrivo, lunedì alle 20, di Federico Peluso, difensore di Atalanta e Nazionale.

Il 3 gennaio toccherà ai campioni locali, compreso Migidio Bourifa, tricolore di maratona. «Nel calendario abbiamo inserito anche appuntamenti con scuola e associazioni: il nuovo oratorio è una porta aperta per la comunità. A fine gennaio, proporremo un musical su don Bosco preparato dai giovani e un libro con la storia dell'oratorio». Info: www.oratorio.casnigo.eu.

e.roncalli

© riproduzione riservata