Domenica 06 Gennaio 2013

Lega, nuova bufera sulle spese
«A Calderoli 2 mila euro al mese»

Nuova bufera sul Carroccio. Lo scrive La Repubblica in apertura di prima pagina spiegando che sarebbero sotto osservazione le spese del gruppo a Palazzo Madama. Sarebbe coinvolto anche Calderoli, con una dichiarazione de del tesoriere che dice: «Al senatore Calderoli venivano dati 2.000 euro al mese. Dal dicembre 2011 li ritirava in contanti». Ma ci sarebbe anche il pagamento dell'affitto al capogruppo (1.250 euro) e la copertura della sua carta di credito; assegni girati a collaboratori per finalità non chiare.

Quindi il quotidiano annuncia che la Procura della Repubblica di Roma ha aperto un'inchiesta, curata dal sostituto Roberto Felici. Inchiesta che è ancora alle battute iniziali: gli inquirenti sono in fase di riscontro, ma sembra stia procedendo piuttosto spedita. A fare rivelazioni assai documentate è la segretaria del tesoriere del gruppo (il senatore Piergiorgio Stiffoni) Manuela Maria Privitera. Nata nel '67 a Londra, tra i pochissimi ad avere gestione piena e diretta dei milioni di euro di fondi pubblici nelle disponibilità del gruppo a Palazzo Madama. Emerge un quadro senza precedenti dalla sua deposizione resa il 27 novembre scorso in Procura e dal memoriale che la stessa segretaria consegna ai pm, con tanto di allegati e ricevute.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata