Venerdì 11 Gennaio 2013

Dopo la violenza la città si mobilita
Col Comune sabato una fiaccolata

Una fiaccolata per dire no alla violenza sulle donne dopo il gravissimo stupro avvenuto lo scorso weekend in borgo Santa Caterina. Ad organizzarla il Comune di Bergamo che l'ha prevista sabato alle 18.30. Tutti i dettagli dopo la riunione del Consiglio delle donne. Si partirà da Palazzo Frizzoni e si arriverà in Santa Caterina.

«L'iniziativa - sottolinea l'amministrazione - per ribadire con decisione la lotta a ogni forma di violenza con particolare riferimento a quella, purtroppo ancora troppo diffusa, sulle donne». Invita a reagire di fronte alla violenza il sindaco Franco Tentorio: «È un fatto estremamente grave, siamo in presenza di uno dei delitti tra i più odiosi. Un fatto come questo desta grande preoccupazione e non dobbiamo abbassare la guardia. È un tipo di reato nuovo per la nostra città ed è fortissimamente auspicabile che il colpevole venga assicurato alla giustizia e punito: occorre reagire e la città è pronta a farlo».

«Donne e uomini insieme devono impegnarsi a cambiare una mentalità diffusa di silente accettazione che diventa connivenza - recita una nota di Palazzo Frizzoni -: non si possono passare sotto silenzio episodi come quello che si è verificato l'altra sera in città, a scapito di una giovane donna che si stava recando a ritirare l'auto nel parcheggio per tornare a casa, dopo una serata passata con le amiche. Lo sdegno, la rabbia, la voglia di reagire, il disprezzo verso chi ha compiuto questo gesto devastante, devono diventare azioni per cambiare la cultura delle sopraffazioni. Non basta però dimostrare. È indispensabile l'impegno di tutte le forze politiche e sociali per superare l'indifferenza e il silenzio che spesso accompagnano episodi come quello avvenuto e come altri che si consumano tra le mura domestiche con esiti ancora più tragici. Per dire che la città c'è e non tollera episodi di questo genere, il Comune invita donne e uomini a partecipare alla fiaccolata che, partendo da Palazzo Frizzoni, percorrerà il Sentierone, via Tasso, via Pignolo, via Frizzoni, via S.Caterina fino ad arrivare al luogo dell'aggressione. Il corteo si concluderà all'Auditorium del Liceo Mascheroni dove si darà lettura di una lettera di affetto e sostegno per la ragazza che ha subito violenza e di un ordine del giorno, da condividere con tutti i capigruppo consiliari, e da presentare al primo Consiglio comunale utile».

Partecipa al sondaggio: ti senti sicura nella tua città?

fa.tinaglia

© riproduzione riservata