Lunedì 18 Febbraio 2013

Cliente non lo paga da 18 mesi
Artigiano minaccia di darsi fuoco

Attimi di apprensione nella mattinata di lunedì 18 febbraio a Bolgare, dove un artigiano di 52 anni, di Cenate Sopra, si è legato al cancello di un suo cliente debitore e si è cosparso il corpo di liquido infiammabile, minacciando di darsi fuoco perchè l'uomo non gli aveva ancora pagato 1.800 euro per lavori compiuti nel 2011.

La vicenda è accaduta intorno alle 9. L'artigiano si è legato con una fascia al cancello del creditore, che si occupa di montaggio di serramenti, lasciandosi però libero un braccio: in mano un nebulizzatore caricato con del liquido infiammabile. Il 52enne se lo spargeva sul corpo, mostrando anche un accendino e minacciando di darsi fuoco se non fosse stato ascoltato nelle sue richieste.

Subito il suo debitore ha chiamato i carabinieri e dopo circa 45 minuti di trattativa, il gesto estremo è stato evitato grazie all'intervento delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco: i pompieri e i militari hanno infatti convinto l'artigiano a desistere.

L'episodio in via Sassonia, nei pressi dell'abitazione del cliente debitore. I carabinieri hanno poi convinto quest'ultimo e l'artigiano a seguirli nel municipio di Cenate Sopra, dove è stata avviata una mediazione: dei 1800 euro che gli doveva l'uomo, l'artigiano ha già ricevuto in mattinata 1.000 euro. Si tratta di denaro relativo a lavori effettuati dall'ottobre del 2011 al gennaio del 2012. Da quel tempo il 52enne è senza impiego.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata