Giovedì 28 Febbraio 2013

Scia in una gara per «over 80»
Poi muore stroncato da un infarto

Aveva appena terminato la gara di gigante corto per gli over 80 e aveva raggiunto il rifugio «2 baite» per il pranzo, quando si è sentito male. I sintomi erano quelli di un infarto e per soccorrere Silvano Marchi, pensionato di 80 anni, di Cene, ieri pomeriggio a Lizzola è dovuto intervenire l'elicottero del 118.

Purtroppo, però, nonostante il prodigarsi dei medici, l'anziano sciatore è deceduto poco dopo l'arrivo all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo a causa di un infarto. Di certo non era la prima volta che Marchi metteva gli sci, anzi: erano una delle sue più grandi passioni e da oltre vent'anni era iscritto alla società sportiva «La Recastello» di Gazzaniga.

Silvano Marchi aveva indossato gli sci in mattinata per la gara di gigante corto, un percorso di 50 secondi: Marchi aveva portato a termine senza problemi il suo percorso, com'era solito fare. In passato aveva anche ottenuto dei riconoscimenti per queste gare.

Tolti gli sci e con ancora la tuta da neve addosso, l'ottantenne si è diretto con altri partecipanti alla competizione verso il vicino rifugio «2 baite» per il pranzo. È stato attorno alle 13 che Marchi ha cominciato ad accusare un forte dolore toracico: per questo dal rifugio è stato chiesto l'intervento del 118, che ha inviato a Lizzola l'elisoccorso.

L'anziano è stato trovato dal medico in bradicardia, ovvero con il battito cardiaco rallentato: il 118 gli ha prestato le prime cure e lo ha caricato sull'elisoccorso. Arrivato al Papa Giovanni, poco prima dell'atterraggio l'ottantenne ha avuto l'infarto che gli è risultato fatale.

Leggi di più su L'Eco di giovedì 28 febbraio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata