Venerdì 19 Aprile 2013

Residenze di lusso e spa
nella caserma di via Masone

Nuova vita per la «Mario Ghisleni», l'ex caserma di via Masone da tempo in evidente stato di abbandono. Dopo oltre due anni dall'aggiudicazione da parte del Gruppo Percassi dell'asta bandita dalla Provincia per l'alienazione dello stabile, sono iniziati i lavori di ristrutturazione.

«Lo stabile per il suo valore storico è posto sotto la tutela della Soprintendenza per i beni architettonici - spiega Luca Percassi, vicepresidente della holding Smalg spa -, quindi il nostro è sostanzialmente un intervento di risanamento conservativo. È comunque un intervento integrale che ci consente di realizzare un edificio in classe energetica A, dotato di tutti i possibili comfort».

Lo stabile di proprietà della Provincia, dopo due aste andate a vuoto, nell'ottobre del 2010 è passato di proprietà all'allora Gruppo immobiliare del presidente dell'Atalanta, per una cifra pari a 5,3 milioni. L'ex caserma occupa una superficie di circa 1.400 metri quadri (668 coperti e 676 scoperti), più una tettoia adibita ad autorimessa, per un volume lordo complessivo fuori terra di 8.228 metri cubi.

Qui sorgeranno le «Residenze Masone 15», questo il nome del progetto che prevede 15 unità abitative, con la possibilità di uffici. Il tutto progettato da Michele De Lucchi, l'architetto e designer che ha firmato oggetti come la lampada Tolomeo prodotta da Artemide.

«Tutta la struttura - sottolinea Luca Percassi - è stata curata nei minimi dettagli. A partire dai materiali usati: il legno utilizzato come materiale portante e di rivestimento come nell'antico cotonificio, la pietra locale per i pavimenti e i vialetti del giardino, sino alle soluzioni strutturali e impiantistiche all'avanguardia». Non è stato trascurato nemmeno il benessere personale dei futuri inquilini, «infatti le Residenze Masone 15 prevedono una spa condominiale di circa 200 metri quadri».

Leggi di più su L'Eco di venerdì 19 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata