Mercoledì 01 Maggio 2013

Viale G. Cesare, nuovo sopralluogo
Esami dove morirono Alessia ed Elisa

Proseguono gli accertamenti sull'omicidio-suicidio del Monterosso. Il pm Franco Bettini e gli esperti della polizia scientifica di Milano a breve effettueranno un nuovo sopralluogo nell'appartamento di viale Giulio Cesare dove Alessia Olimpo, 35 anni, ha ucciso la figlia Elisa di 18 mesi, per poi togliersi la vita.

L'obiettivo è compiere un nuovo esame con strumenti speciali per l'analisi della scena del crimine, alla ricerca di eventuali tracce – anche di terze persone – che potrebbero essere sfuggite nel corso del primo sopralluogo, eseguito subito dopo il ritrovamento dei corpi da parte del marito di Alessia Olimpo, Alberto Calderoli, e del suocero Guido. Nel frattempo è stato chiarito il giallo del cacciavite trovato inserito dall'interno nella serratura della porta d'ingresso: si sarebbe trattato di un'abitudine della famiglia, per rendere più difficoltosi eventuali tentativi di intrusione nell'appartamento.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata