Mercoledì 23 Aprile 2014

Alta velocità, cantieri in tutta la Bassa

I lavori saranno ultimati a fine 2016

L’alta velocità nella Bassa Bergamasca sarà completata entro la fine del 2016. La data è stata confermata mercoledì mattina a Brescia dall’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana, Michele Mario Elia. Attualmente le opere sono complete per più del 40 per cento e iniziano i lavori per l’ingresso nella città di Brescia.

, e il Direttore Investimenti di RFI, Maurizio Gentile.

Presenti anche l’Assessore alle Politiche per la Mobilità, Federico Manzoni, e il Presidente di Cepav Due, Roberto Uberti.

La nuova linea Treviglio-Brescia ad alta velocità/alta capacità completa il quadruplicamento dei binari tra Milano e Brescia. la capacità dell’infrastruttura ferroviaria aumenterà, creando i presupposti per l’incremento dell’offerta di trasporto. L’opera consentirà la separazione del traffico a lunga percorrenza da quello regionale e metropolitano, elevando lo standard di regolarità e puntualità.

La nuova linea che passa da Treviglio è parte integrante del Corridoio transeuropeo TEN-T “Mediterraneo” e costituisce un’ulteriore tappa nella realizzazione della linea AV/AC Milano - Verona (complessivamente 140 km), già in esercizio i 27 km tra Milano e Treviglio (completati a luglio 2007).

Lunga 39,6 km, attraversa 20 comuni nelle province di Milano, Bergamo e Brescia e si innesta nel nodo ferroviario di Brescia attraverso l’interconnessione Brescia Ovest (circa 11,7 km) e il successivo tracciato di attraversamento urbano (6,9 km), realizzato in affiancamento alla linea esistente fino alla stazione di Brescia.

Il tracciato

La nuova linea ferroviaria ha origine dall’interconnessione di Treviglio Ovest, nel comune di Cassano d’Adda, sovrappassa la linea Treviglio - Cremona con il viadotto Caravaggio e, dopo circa 8 km, prosegue in affiancamento all’autostrada Brescia-Bergamo-Milano (Brebemi), in costruzione. Successivamente, superati con due viadotti i fiumi Serio e Oglio, inizia l’interconnessione di Brescia, che dopo il viadotto San Martino, attraversa in galleria la zona Madonna di Lovernato, per risalire a piano campagna e sottopassare, ancora in galleria, l’autostrada A4 Milano-Venezia.

Il tracciato prosegue in rilevato fino a Brescia, affiancando linea convenzionale Milano - Venezia, alla quale si connette con il nuovo Bivio Mella. In prossimità della città di Brescia, dopo aver attraversato il fiume Mella con un nuovo ponte, la nuova linea ferroviaria entra nella stazione di Brescia Centrale.

Le opere collegate

La costruzione della nuova di linea AV/AC prevede anche la realizzazione di circa 30 km di viabilità a servizio dei comuni interessati dai lavori e la riorganizzazione dei binari della stazione di Brescia Centrale con la diversificazione funzionale dei servizi in base alle diverse tipologie di trasporto.

Lo stato di avanzamento dei lavori

Nell’aprile 2011 è stato sottoscritto l’Atto Integrativo con il General Contractor che ha dato avvio alla realizzazione dei lavori di un primo lotto costruttivo. A gennaio 2013 è stata avviata anche la realizzazione del secondo ed ultimo lotto costruttivo. Al 31 marzo 2014 l’avanzamento complessivo è oltre il 40%.

Le opere principali

Il progetto prevede la realizzazione di 9 viadotti, 7 ponti e 5 gallerie artificiali. Tra le opere principali i viadotti sui fiumi Oglio e Serio della tratta AV/AC lunghi rispettivamente 1.287 e 957 metri e la Galleria artificiale di “Lovernato 2” sull’interconnessione di Brescia, lunga 525 metri.

Le caratteristiche tecniche

Lunghezza tratta AV 39,6 km

Lunghezza interconnessioni 18,6 km

Rilevati 52,2 km

Ponti e viadotti 4,1 km

Gallerie artificiali 0,8 km

Trincee 1,1 km

Velocità di progetto 300 km/h

Raggio planimetrico 5.450 m

Pendenza massima 15‰

Interasse tra i binari 4,50 m

Alimentazione 25 kV c.a.

Segnalamento ERTMS-Livello 2

© riproduzione riservata