Mercoledì 23 Aprile 2014

Il tram spegne le prime 5 candeline

«15 milioni di passeggeri dal 2009»

La fermata del tram della valli ad Albino

Cinque anni di vita, più di 15 milioni di passeggeri. Giovedì 24 aprile 2014 il tram Bergamo-Albino spegne cinque candeline con un trend in costante crescita.

Dai 2 milioni 300 mila passeggeri del primo anno ai 3 e 360.000 del 2013: conti alla mano, in 5 anni di esercizio il Tram Bergamo – Albino ha superato la soglia dei 15 milioni di passeggeri e oltre 2,8 milioni di km percorsi. E dai dati forniti da Teb, si confermerebbe alto il tasso di puntualità, con il 99% delle corse giunte a destinazione entro i 5 minuti di ritardo.

Dal rapporto annuale emerge come la clientela Teb sia fedele e consolidata: il 49,5% degli utenti dichiara di utilizzare la tramvia sin dal primo anno di esercizio. Il 35% lo utilizza dal 2010-2012, il 15,5% dal 2013. Il motivo principale per cui si utilizza il tram è l’esigenza di recarsi nel luogo di studio o di lavoro (60%). Significativa la percentuale (60%) degli intervistati che integra l’utilizzo del tram con altri mezzi di trasporto pubblico. Per recarsi a destinazione il 47% oltre al tram utilizza anche un’altra linea di trasporto pubblico; mentre il 12% ne utilizza più di una.

Tra i clienti che utilizzano il mezzo privato per un tratto del percorso quotidiano emerge che i parcheggi gratuiti d’interscambio Teb sono utilizzati con «grande frequenza» dal 11,5% degli intervistati (in particolare quelli di Albino e Nembro Saletti). Il livello di soddisfazione rispetto al servizio offerto da Teb è espresso in una scala di valutazione da 1 a 7 e dì 5.7. Quanto all’affidabilità del servizio offerto, il punteggio raggiunge una media di 6.2 punti (valore costante dal 2011 ad oggi). Puntualità e frequenza del servizio soddisfano il 90% dei clienti TEB. Il comfort del servizio (pulizia mezzi e pensiline, affollamento, climatizzazione, posizione delle fermate) registra nel 2013 un 5.2, subendo una leggera flessione relativamente all’efficienza delle emettitrici alle fermate lungo la linea T1. Il giudizio complessivo rispetto ai rapporti con la clientela indica un valore medio del 5.5, che sottolinea una piena soddisfazione rispetto alla cortesia del personale di bordo. Un altro valore significativo riguarda la sicurezza del viaggio (sia la condotta di guida che la sicurezza a bordo), che raggiunge il punteggio di 5.8.

«Un progetto lungimirante – spiega Giambattista Scarfone, ad Teb – sostenuto da tutte le Istituzioni locali, regionali e dal ministero dei Trasporti che, con un’azione sinergica e facendo “sistema” hanno saputo raggiungere un importante risultato: offrire ai cittadini un servizio di trasporto pubblico moderno ed efficiente, che ci rende orgogliosi mostrare ai tanti interlocutori, europei e non, che in questi anni ci hanno preso a riferimento». Per il presidente Teb Nunziante Consiglio, «è un’infrastruttura che ha migliorato la qualità della vita e dell’aria della Val Seriana e non solo».

© riproduzione riservata