Astino: chiuso Expo, chiude il parcheggio E per chi è arrivato... una raffica di multe
Astino, chiuso il parcheggio: raffica di multe ai visitatori

Astino: chiuso Expo, chiude il parcheggio
E per chi è arrivato... una raffica di multe

Raffica di multe, domenica mattina, al complesso monumentale di Astino. Chiuso Expo a Milano, è arrivata la parola fine anche per l’iniziativa Expo ad Astino.

E insieme alle iniziative dedicate al cibo genuino e ai presidi Slowfood è stato chiuso anche il parcheggio (provvisorio) che era stato realizzato per l’occasione.

La bella giornata di sole ha però richiamato in zona ancora tantissime persone che hanno voluto approfittare del bel tempo per scoprire, o riscoprire, il complesso restaurato.

Trovato il parcheggio chiuso, qualcuno ha rinunciato. Altri invece hanno parcheggiato - non essendoci altra alternativa - lungo la strada. Al ritorno però decine di automobilisti hanno trovato la «gradita» sorpresa della multa sotto il tergicristallo.

«Non è possibile - ha commentato amaramente uno di loro, allegando le fotografie - chiudere il parcheggio e poi punire chi lascia l’auto in punti in cui non costituisce certo un intralcio alla circolazione».

E la polemica torna a salire. Anche perché, come racconta chi c’era, le multe comminate non sono state due o tre, ma alcune decine.

«Fondazione Mia - ha voluto precisare il presidente Fabio Bombardieri - ha chiesto al Parco dei Colli di prorogare l’autorizzazione per prorogare l’apertura dell’area di parcheggio. Purtroppo l’ok non è arrivato e siamo stati costretti a chiudere il 31 ottobre, quando scadeva la concessione». La richiesta era stata avanzata sia perché la chiesa del complesso rimane aperta, sia perché tanta gente si era abituata al parcheggio per raggiungere i colli.

Intanto il dibattito sul futuro del meraviglioso complesso monastico è aperto, come spiega Fabio Bombardieri, presidente della Mia in questa intervista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA