Sabato 30 Novembre 2013

Azienda in crisi, si copre di benzina

A Lallio salvato dai carabinieri

L’attività andava male e non sapeva più come fare per uscire dalle difficoltà. Così venerdì mattina si è chiuso nell’ufficio della sua piccola azienda di Lallio e si è cosparso di liquido infiammabile. Lo hanno salvato i carabinieri.

L’allarme è scattato intorno alle 9.30: i militari della stazione di Curno sono giunti rapidamente sul posto e hanno chiesto subito aiuto sia ai vigili del fuoco che al personale del soccorso sanitario 118

L’uomo minacciava di suicidarsi: con pazienza i carabinieri sono riusciti a ricondurlo alla ragione e a neutralizzare la minaccia costituita dalla presenza di liquido infiammabile.

Il piccolo imprenditore è stato poi trasportato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Si tratta purtroppo solo dell’ultimo esempio di come la crisi stia lasciando un segno troppo profondo.

© riproduzione riservata