Venerdì 06 Giugno 2014

Biglietto del bus sullo smartphone

Fondi regionali per modernizzarsi

Perché correre dal tabaccaio o in edicola per prendere il biglietto del treno o del pullman se è possibile acquistarlo direttamente dallo smartphone? Quella che in tanti altri Paesi è realtà da anni potrebbe finalmente diventarlo anche da noi.

Prima di tutto perché l’Atb - per esempio - ha i bilanci in attivo e potrebbe pensare a un investimento in queste tecnologie, ma anche perché la Regione ha messo a disposizione trenta milioni di euro proprio per lo sviluppo della bigliettazione elettronica.

Il contributo è stato stanziato dalla Lombardia e presentato venerdì mattina in conferenza stampa dal presidente e dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità.

BIGLIETTI A PORTATA DI CLICK - “L’obiettivo - ha spiegato l’assessore - è quello di rendere sempre più fruibile il trasporto pubblico; fare in modo che il cittadino da casa, attraverso lo smartphone o il tablet, in stazione oppure sui mezzi, possa acquistare l’unico documento di viaggio che consente di raggiungere la destinazione finale spostandosi su mezzi pubblici di aziende diverse. E’ una sistema che vogliamo estendere a tutto il trasporto pubblico regionale”. L’assessore ha sottolineato che il nuovo sistema di bigliettazione è già in fase di implementazione da parte di Trenord, Atm e le società che gestiscono il trasporto su gomma nelle province di Milano e Monza e Brianza. “Ora si tratta - ha aggiunto - di aiutare con le nostre risorse tutti gli altri soggetti interessati a dotarsi degli stessi strumenti”.

I DESTINATARI DEI FONDI - I fondi sono destinati dunque alle Agenzie per il trasporto pubblico locale, alle Province, ai Comuni capoluogo e alle Autorità di bacino lacuale dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro che dovranno, con il contributo delle aziende di trasporto, presentare e cofinanziare i progetti con altri 30 milioni.

I NUOVI SISTEMI PER LA BIGLIETTAZIONE - Il bando prevede la realizzazione di centri di controllo e di gestione dei sistemi; l’introduzione di sistemi per la bigliettazione elettroniche a bordo dei mezzi e l’integrazione del sistema ferroviario con gli altri sistemi del trasporto pubblico locale.

LA TEMPISTICA - Le domande andranno presentate entro il 15 ottobre, entro fine anno saranno valutate e finanziate “e - ha spiegato l’assessore - chiediamo che gli interventi siano completati entro 31 dicembre 2015. Il provvedimento è strettamente connesso all’approvazione del nuovo regolamento per l’integrazione tariffaria, avvenuta anch’essa quest’oggi”. “Non potremmo raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati - ha concluso - se non ci fossero regole condivise. Ciò significa che non saranno più approvate modalità di bigliettazione che non integrino i sistemi”.

© riproduzione riservata