Bomba d’acqua, freddo e vento
Strade allagate e frane in provincia

Una «bomba d’acqua» tra venerdì e sabato, con vento e pioggia di un’intensità che raramente si erano abbattuti sulla nostra provincia.Il maltempo sta causando disagi anche nella mattinata di domenica 3 agosto ma fortunatamente non si segnalano disagi gravi.

Bomba d’acqua, freddo e vento Strade allagate e frane in provincia
Frana al ponte del Costone
(Foto di Giuliano Fronzi)

Una «bomba d’acqua», con vento e pioggia di un’intensità che raramente si erano abbattuti sulla nostra provincia, ha causato allagamenti e smottamenti dalla Valle Seriana fino alla pianura. È accaduto nella notte tra venerdì e sabato.

Soltanto nella pianura occidentale le uscite dei pompieri del distaccamento di Treviglio sono state una trentina. Di queste, la maggior parte si sono concentrate nel territorio di Arzago d’Adda, epicentro della bufera notturna. Nel paese della Bassa occidentale al confine con il Cremasco si sono infatti allagate gran parte delle strade del centro, a partire dalla provinciale Bergamina che, con il nome di via Giovanni XXIII, passa proprio di fronte alla chiesa parrocchiale. Notevoli i disagi per i residenti della zona e per gli automobilisti in transito. Allagamenti anche in via Tenente Adami, in via Donizetti e in via del Parco.

Sulla strada che porta ad Agnadello, sempre la Bergamina, sono invece caduti degli alberi, mentre in centro paese si sono scoperchiate alcune tensostrutture. La massima concentrazione d’acqua e di vento si è registrata tra l’una e le 2 della notte. Allagamenti anche a Mozzanica e a Fara d’Adda, in località Corbellina, mentre a Fornovo San Giovanni si è allagata la zona artigianale: in tutti questi casi i vigili del fuoco hanno provveduto ad aspirare l’acqua con delle idropompe, anche se non sempre l’attività si è rivelata semplice proprio per il quantitativo anomalo di pioggia caduta. Disagi anche a Pontirolo Nuovo dove, a causa del maltempo, è saltata la corrente elettrica nel condominio di viale Italia che ospita anche la farmacia comunale: per questo una donna e i propri figli di 5 e 10 anni sono rimasti bloccati nell’ascensore, per fortuna per pochi minuti. Sono poi stati liberati dagli altri inquilini e dai vigili del fuoco.

Il maltempo non ha risparmiato la montagna, in particolare la Valle Seriana. A Ponte Nossa una frana di terriccio e pietrisco si è staccata ieri mattina dal versante della montagna sovrastante la strada provinciale 35, nella zona del Ponte del Costone. La massa franosa, del volume di circa 30 metri cubi, è scivolata a valle, raggiungendo la strada e invadendo la carreggiata in direzione di Bergamo.

I vigili del fuoco di Clusone, concluso l’intervento, sono stati chiamati a Rovetta dove, in via Piave, una pianta colpita da un fulmine durante il temporale notturno, era finita sulla strada, ostruendo il passaggio dei veicoli. Infine sabato sera verso le 21,30, due squadre dei vigili del fuoco di Bergamo, sono intervenute sulla provinciale per Monte di Nese di Alzano (poco dopo il bivio per la frazione Burro) per rimuovere due massi caduti dalla montagna.

Il maltempo sta causando disagi anche nella mattinata di domenica 3 agosto ma fortunatamente non si segnalano disagi gravi nè interventi dei vigili del fuoco per allagamenti o smottamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA