Domenica 29 Giugno 2014

Clusone in lutto per Sergio Giudici

Negli anni ’90 fu anche vicesindaco

Sergio Giudici
(Foto by Giuliano Fronzi)

Un alpino, uno sportivo, un uomo di cultura, un amministratore pubblico, un grande lavoratore, ma in ogni veste un innamorato della sua Clusone.

Sergio Giudici, classe 1938, si è spento nella notte tra venerdì e sabato all’hospice di Vertova, dove era ricoverato da quindici giorni e, per una triste combinazione, proprio poche ore prima delle celebrazioni del novantesimo anniversario del gruppo locale delle penne nere a cui lui era tanto legato.

Importanti i suoi trascorsi in Consiglio comunale: negli anni ‘90 ha ricoperto l’incarico di vicesindaco durante l’amministrazione di Carlo Caffi e in seguito ha lavorato come consigliere nel gruppo di maggioranza di Guido Giudici. Appassionato di sci di fondo e atletica, è stato la colonna portante del gruppo sportivo Stella Alpina, poi confluito nello Sci club 13 Clusone.

«Dispiace molto – ha detto il sindaco Paolo Olini –. È stato un uomo che ha dato tanto alla cittadina, dimostrando sempre le sue grandi capacità e competenze. Ho mosso i miei primi passi in Consiglio comunale anche grazie a lui e ai suoi suggerimenti. Ha lasciato il segno». «Perdo un amico – afferma don Nicola Morali –. Ha amato Clusone, è stato un uomo onesto che si è speso fino in fondo per la sua città».

Il suo impegno culturale ha dato importanti frutti, specialmente nella commissione impegnata nell’attribuire i nomi alle strade. «A lui – racconta don Nicola – si deve il mantenimento di tre cappellette: quella che si trova in via Brescia, la Madonnina di Senda e la santella in località Nedai». Fino all’ultimo si è inoltre interessato delle vicende degli alpini baradelli.

I funerali si terranno domani alle 15. Il corteo partirà dalla chiesa di San Defendente, dove è composta la salma

© riproduzione riservata