Cortenuova, l’omicidio al Coconut In 4 condannati a 68 anni di carcere

Cortenuova, l’omicidio al Coconut
In 4 condannati a 68 anni di carcere

Sono stati condannati complessivamente a 68 anni di carcere i quattro imputati per l’omicidio di Mohamed Ammerti, titolare del bar Coconut di Cortenuova.

L’uomo era stato ucciso a colpi di pistola la notte del 12 gennaio 2013. Luigi La Gioiosa, catanese di 48 anni e ritenuto l’esecutore materiale, e Nabil Moussalim, sono stati condannati a 19 anni e 4 mesi ciascuno.

Emanuele Nocco, pugliese di 39 anni, è stato invece condannato a 16 anni: gli sono state riconosciute le attenuanti generiche per aver collaborato con gli inquirenti e ora si trova ai domiciliari. Infine 14 anni di condanna per Raimind Koxhaj, albanese residente a Magenta (Milano), che avrebbe partecipato all’organizzazione del delitto.

Alla moglie e al fratello della vittima i quattro imputati dovranno inoltre risarcire 100 mila euro complessivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA